La Provincia di Biella > Senza categoria > A Biella non succede mai niente…
Senza categoria Biella -

A Biella non succede mai niente…

Qualcuno dice che a Biella non succede mai niente. Invece, scorrendo i fatti di cronaca cittadina, scopriamo che una nonna, qualche anno fa, aveva portato al nipote detenuto 0,1 grammi di marijuana. Presumibilmente, per permettergli di farsi una sola “canna” tra le mura di Via dei Tigli.

Qualcuno dice che a Biella non succede mai niente. Invece, scorrendo i fatti di cronaca cittadina, scopriamo che una nonna, qualche anno fa, aveva portato al nipote detenuto 0,1 grammi di marijuana. Presumibilmente, per permettergli di farsi una sola “canna” tra le mura di Via dei Tigli.

Qualcuno dice che a Biella non succede mai niente. Invece, scorrendo i fatti di cronaca cittadina, scopriamo che una nonna, qualche anno fa, aveva portato al nipote detenuto 0,1 grammi di marijuana. Presumibilmente, per permettergli di farsi una sola “canna” tra le mura di Via dei Tigli.

Questo fatto mi ha portato a una serie di riflessioni, che partono dal quadro di una società dove gli anziani – ribaltando il mito greco di Enea – portano sulle spalle i propri figli e i propri nipoti.  Lo fanno perché, carne della propria carne,  in un paese con quasi il 50% di disoccupazione giovanile, non hanno nessuna intenzione di vedere la propria progenie finire sotto un ponte o peggio. Situazione, questa, frutto di un ventennio in cui “qualcuno”, a destra come e a sinistra, ha caricato sulle spalle di bambini, ora divenuti adulti, il peso dei fallimenti di una classe politica che, attraverso spese incontrollate e corruzione, ci ha reso tutti debitori senza futuro. Adesso, quelle stesse politiche che hanno precarizzato un’intera generazione, vengono riproposte dai cosiddetti “rottamatori”, per convincerci (come hanno fatto negli ultimi vent’anni) che, da domani, se toglieremo anche gli ultimi diritti residui, staremo tutti meglio.

Roberto Pietrobon

www.alasinistra.org

La versione integrale della rubrica sarà pubblicata sulla nuova Provincia di Biella, in edicola domani.

Articolo precedente
Articolo precedente