La Provincia di Biella > Politica > Volete gli aiuti del Comune? Lavorate!
Politica Fuori provincia -

Volete gli aiuti del Comune? Lavorate!

Sono già state “arruolate” 35 persone (sia uomini che donne), da parte del Comune, dai giovani ai meno giovani, dalla licenza elementare ai laureati, che si sono dichiarate disponibili a lavorare per la città diventando così utili al proprio territorio, dal taglio erba al verniciare le ringhiere o i cordoli stradali, dal tappare le buche a pulire le cunette stradali, a sistemare i cimiteri, fare le pulizie negli uffici pubblici e nei parchi etc… Ovviamente, selezionando i gruppi di lavoro in base alle proprie capacità ed esperienza.

Sono già state “arruolate” 35 persone (sia uomini che donne), da parte del Comune, dai giovani ai meno giovani, dalla licenza elementare ai laureati, che si sono dichiarate disponibili a lavorare per la città diventando così utili al proprio territorio, dal taglio erba al verniciare le ringhiere o i cordoli stradali, dal tappare le buche a pulire le cunette stradali, a sistemare i cimiteri, fare le pulizie negli uffici pubblici e nei parchi etc… Ovviamente, selezionando i gruppi di lavoro in base alle proprie capacità ed esperienza.

Volete gli aiuti del Comune? Allora lavorate. E’ questa l’ultima iniziativa del pirotecnico sindaco di Borgosesia, Gianluca Buonanno. “E’ finita l’epoca di dare gli aiuti economici comunali senza avere niente in cambio – commenta il primo cittadino -. Così è nata quella che abbiamo chiamato l’armata Brancaleone. Basta ricordarsi solo dei diritti e non ricordarsi dei doveri”.

Sono già state “arruolate” 35 persone (sia uomini che donne), da parte del Comune, dai giovani ai meno giovani, dalla licenza elementare ai laureati, che si sono dichiarate disponibili a lavorare per la città diventando così utili al proprio territorio, dal taglio erba al verniciare le ringhiere o i cordoli stradali, dal tappare le buche a pulire le cunette stradali, a sistemare i cimiteri, fare le pulizie negli uffici pubblici e nei parchi etc… Ovviamente, selezionando i gruppi di lavoro in base alle proprie capacità ed esperienza.

“Così facendo -commenta Buonanno – il Comune di Borgosesia risparmia decine di migliaia di euro e nello stesso tempo fa lavorare le persone garantendogli un minimo di introito nell’attesa che possano trovare una migliore occupazione e il Sindaco darà il massimo delle referenze a chi si dimostrerà veramente volenteroso/a e capace. Tutte le mattine si presentano al lavoro e chi per un non giustificato e valido motivo non  si presenta oppure invece di lavorare fa solo atto di presenza perde automaticamente gli aiuti economici… così facendo finalmente si aiutano le persone che veramente meritano e non certo i lavativi!!!

“Qualcuno dice che sfrutto la povera gente – conclude il sindaco -, in realtà finalmente in questo Paese si cerca di attuare una parola spesso dimenticata “meritocrazia”.

Articolo precedente
Articolo precedente