La Provincia di Biella > Politica > Tunnel aperti, si spera nell’aiuto della Regione
Politica Basso Biellese Biella Circondario Cossatese Valle Cervo Valle Elvo Valli Mosso e Sessera -

Tunnel aperti, si spera nell’aiuto della Regione

Adesso basta, i sindaci si sono stancati: dai Comuni biellesi (o meglio dal Consorzio che li riunisce) non arriverà più un euro per tenere aperti i tunnel che dipendono dalla Provincia. La decisione è arrivata ieri durante la riunione degli amministratori a Palazzo Oropa.

Adesso basta, i sindaci si sono stancati: dai Comuni biellesi (o meglio dal Consorzio che li riunisce) non arriverà più un euro per tenere aperti i tunnel che dipendono dalla Provincia. La decisione è arrivata ieri durante la riunione degli amministratori a Palazzo Oropa.

Adesso basta, i sindaci si sono stancati: dai Comuni biellesi (o meglio dal Consorzio che li riunisce) non arriverà più un euro per tenere aperti i tunnel che dipendono dalla Provincia.

La decisione è arrivata ieri durante la riunione degli amministratori a Palazzo Oropa.

Le gallerie, tuttavia, potrebbero “resistere” ancora per alcune settimane. Il sindaco di Biella Marco Cavicchioli ha infatti riferito di un’apertura da parte del governatore Sergio Chiamparino, che avrebbe dato la sua disponibilità a tamponare la situazione.

Il salvataggio regionale, però, può essere soltanto temporaneo. Il vero intervento risolutorio deve arrivare da Roma. Non a caso i sindaci sono tutti d’accordo sull’idea di invitare i rappresentanti dell’esecutivo a Biella. E anche su quella di organizzare una grande manifestazione di protesta.

Il tempo della pazienza sembra essere finito.

Articolo precedente
Articolo precedente