La Provincia di Biella > Politica > Palazzo Oropa taglia un dirigente
Politica Biella -

Palazzo Oropa taglia un dirigente

Per i dirigenti comunali è tempo di riconferme. Dalla fine del mese di giugno la nuova giunta ha cominciato a lavorare sulle nomine e gli eventuali spostamenti dei funzionari di Palazzo Oropa. I responsabili in carica fino al 30 giungo erano otto: Mauro Donini, dirigente settore affari generali, Angelina Fatone, affari del personale, Doriano Meluzzi, attività finanziarie, Graziano Patergnani, edilizia pubblica e impianti, Massimo Boggio Togna, centro elaborazione dati, Clara Gioeli, attività economiche e produttive, Germana Romano, attività sociali e assistenziali e Mario Schiapparelli, attività culturali ed istruzione.

Per i dirigenti comunali è tempo di riconferme. Dalla fine del mese di giugno la nuova giunta ha cominciato a lavorare sulle nomine e gli eventuali spostamenti dei funzionari di Palazzo Oropa. I responsabili in carica fino al 30 giungo erano otto: Mauro Donini, dirigente settore affari generali, Angelina Fatone, affari del personale, Doriano Meluzzi, attività finanziarie, Graziano Patergnani, edilizia pubblica e impianti, Massimo Boggio Togna, centro elaborazione dati, Clara Gioeli, attività economiche e produttive, Germana Romano, attività sociali e assistenziali e Mario Schiapparelli, attività culturali ed istruzione.

Per i dirigenti comunali è tempo di riconferme. Dalla fine del mese di giugno la nuova giunta ha cominciato a lavorare sulle nomine e gli eventuali spostamenti dei funzionari di Palazzo Oropa. I responsabili in carica fino al 30 giungo erano otto: Mauro Donini, dirigente settore affari generali, Angelina Fatone, affari del personale, Doriano Meluzzi, attività finanziarie, Graziano Patergnani, edilizia pubblica e impianti, Massimo Boggio Togna, centro elaborazione dati, Clara Gioeli, attività economiche e produttive, Germana Romano, attività sociali e assistenziali e Mario Schiapparelli, attività culturali ed istruzione.

La legge prevede che entro sessanta giorni dall’insediamento della giunta ci sia un taglio da otto a sette unità, con un risparmio per le casse comunali di poco meno di 90mila euro annui. «Al momento – spiega il sindaco Marco Cavicchioli – stiamo lavorando sulle nomine. Abbiamo già confermato quattro dirigenti, ne restano da designare altri tre. Nelle prossime settimane il quadro sarà completato».

Ad oggi i quattro già confermati, a partire dal primo luglio scorso, sono Mauro Donini, Angelina Fatone, Doriano Meluzzi e Graziano Patergnani. E nell’ultimo mese, in attesa delle prossime nomine, hanno raccolto, rispettivamente, l’interim a museo, biblioteca e attività produttive, istruzione, asili nido, politiche giovanili e controllo di gestione, centro elaborazione dati, cultura e manifestazioni, programmazione territoriale e sport.

Ancora incerto il futuro degli altri quattro funzionari. L’unico passaggio sicuro è quello di Massimo Boggio che, avendo vinto un apposito bando, si sposterà dal Ced di Palazzo Oropa al Csi, il consorzio per il sistema informativo della Regione Piemonte, presieduto dal biellese Davide Zappalà. Proprio su questo trasferimento, all’interno del palazzo comunale, si sono alzate alcune voci riguardo ad un possibile passaggio di funzioni dal Ced al Csi, con un conseguente svuotamento del centro elaborazione dati comunale. Secca, su questa eventualità, la smentita dell’assessore ai sistemi informativi e allo sviluppo tecnologico Giorgio Gaido: «Allo stato attuale il consorziamento tra Ced e Csi, iniziato sotto la giunta Gentile, non subirà variazioni significative».

Infine, resta ancora una nona posizione da definire, quella di comandante della polizia municipale. A questo proposito il Sulpm, sindacato di categoria, di Biella ha rinnovato nelle scorse settimane la richiesta al neo assessore Stefano La Malfa di indire un bando di concorso per sostituire Alberto Pollo, ex vice comandante promosso a capo dei vigili urbani a seguito della partenza, ormai quasi quattro anni fa, di Paolo Cianciotta verso Bergamo. Ma per conoscere il nome del nuovo comandante bisognerà attendere almeno fino alla metà di settembre.

Articolo precedente
Articolo precedente