La Provincia di Biella > Politica > “Non lasceremo i nostri studenti al freddo”
Politica Basso Biellese Biella Circondario Cossatese Valle Cervo Valle Elvo Valli Mosso e Sessera -

“Non lasceremo i nostri studenti al freddo”

Gli studenti sono tornati in classe e ora, con l'inverno sempre più vicino, iniziano a temere di dover fare i conti con le scuole lasciate al freddo a causa del dissesto finanziario della Provincia. Barazzotto sta organizzando un incontro con l'assessore regionale all'Istruzione.

Gli studenti sono tornati in classe e ora, con l’inverno sempre più vicino, iniziano a temere di dover fare i conti con le scuole lasciate al freddo a causa del dissesto finanziario della Provincia. Barazzotto sta organizzando un incontro con l’assessore regionale all’Istruzione.

Gli studenti sono tornati in classe e ora, con l’inverno sempre più vicino, iniziano a temere di dover fare i conti con le scuole lasciate al freddo a causa del dissesto finanziario della Provincia.

In questi giorni si è occupato della questione anche Vittorio Barazzotto, consigliere regionale del Pd, che sta tentando di mantenere alta l’attenzione: “Sappiamo di non poter compensare in toto la mancanza di fondi provinciali con quelli regionali – ha spiegato -, se non per gestire l’emergenza contingente, ma in accordo con l’assessore regionale all’Istruzione Gianna Pentenero stiamo organizzando un incontro a Biella, nei prossimi giorni, che coinvolgerà i presidi delle scuole, gli studenti e i sindacati per affrontare il problema”.

“Le famiglie del nostro territorio, i ragazzi, gli insegnanti – ha aggiunto – meritano di non essere lasciati soli in un momento di forte incertezza come quello che è stato generato dal vuoto della politica degli ultimi anni in Provincia. Il nostro impegno è quello di coinvolgere il Ministero dell’Istruzione (Miur), perché prenda a cuore la nostra situazione e compensi in tempi brevi alle oggettive mancanze di risorse finanziarie dedicate al capitolo scolastico, per garantire il rispetto del diritto allo studio dei nostri ragazzi”.

Articolo precedente
Articolo precedente