La Provincia di Biella > Politica > “No al fanatismo islamico che zittisce la libertà di opinione”
Politica Basso Biellese Biella Circondario Cossatese Valle Cervo Valle Elvo Valli Mosso e Sessera -

“No al fanatismo islamico che zittisce la libertà di opinione”

Ribadire la libertà di stampa e di espressione diffondendo le vignette di Charlie Hebdo. E' l'iniziativa che i giovani padani metteranno in campo nei prossimi giorni in risposta ai recenti attacchi terroristici di Parigi.

Ribadire la libertà di stampa e di espressione diffondendo le vignette di Charlie Hebdo. E’ l’iniziativa che i giovani padani metteranno in campo nei prossimi giorni in risposta ai recenti attacchi terroristici di Parigi.

Ribadire la libertà di stampa e di espressione diffondendo le vignette di Charlie Hebdo. E’ l’iniziativa che i giovani padani metteranno in campo nei prossimi giorni in risposta ai recenti attacchi terroristici di Parigi.

“L’attentato terroristico di matrice estremista islamica alla redazione del giornale francese “Charlie Hebdo” – spiega la giovanile della Lega Nord in un comunicato – è purtroppo solo l’inizio di quello che potrebbe diffondersi a macchia d’olio in tutta Europa; e le avvisaglie nel recente passato non sono certo mancate. La Lega ed il Movimento Giovani Padani da tempo si battono su tutti i fronti per mettere in guardia sia a livello locale che europeo la minaccia rappresentata dal fanatismo islamico, ma purtroppo, spesso, siamo stati tacciati di populismo e come istigatori di paura tra la gente”.

“Il Movimento Giovani Padani del Piemonte – prosegue il comunicato – si stringe forte attorno ai famigliari delle vittime e ai cittadini parigini, con la speranza che l’orgoglio dei popoli europei si faccia forte per difendere i nostri valori comuni da questa imminente e mortale minaccia”.

Nei prossimi giorni anche la sezione biellese del MGP distribuirà volantini raffiguranti le vignette nei pressi degli istituti scolastici, “per difendere il sacrosanto diritto della libertà di stampa ed opinione nelle nostre terre, ricordando le vittime di questo attentato alla democrazia e alla cultura europea”.

Articolo precedente
Articolo precedente