La Provincia di Biella > Politica > “Nessun accordo, i patti li facciamo solo con gli elettori”
Politica Biella -

“Nessun accordo, i patti li facciamo solo con gli elettori”

Niente accordi, nessun inciucio. Il centrosinistra non farà apparentamenti in vista del ballottaggio. A mettere a tacere le voci sulle varie ipotesi di avvicinamento tra le diverse liste è stata la stessa coalizione che appoggia Marco Cavicchioli. "Dopo quarantotto ore di gossip politico incontrollato - si legge in un apposito comunicato -, è il momento di fare chiarezza: lo schieramento a sostegno della candidatura a sindaco di Marco Cavicchioli resterà al ballottaggio lo stesso del primo turno".

Niente accordi, nessun inciucio. Il centrosinistra non farà apparentamenti in vista del ballottaggio. A mettere a tacere le voci sulle varie ipotesi di avvicinamento tra le diverse liste è stata la stessa coalizione che appoggia Marco Cavicchioli. “Dopo quarantotto ore di gossip politico incontrollato – si legge in un apposito comunicato -, è il momento di fare chiarezza: lo schieramento a sostegno della candidatura a sindaco di Marco Cavicchioli resterà al ballottaggio lo stesso del primo turno”.

Niente accordi, nessun inciucio. Il centrosinistra non farà apparentamenti in vista del ballottaggio. A mettere a tacere le voci sulle varie ipotesi di avvicinamento tra le diverse liste è stata la stessa coalizione che appoggia Marco Cavicchioli.

“Dopo quarantotto ore di gossip politico incontrollato – si legge in un apposito comunicato -, è il momento di fare chiarezza: lo schieramento a sostegno della candidatura a sindaco di Marco Cavicchioli resterà al ballottaggio lo stesso del primo turno. Ovvero sarà formato dai tre partiti e dalle due liste civiche di centrosinistra che hanno contribuito prima a scrivere il programma e poi a fare di Cavicchioli il candidato con la maggioranza relativa dei voti domenica 25 maggio”.

Poche righe, ma chiare. E non si tratta di presunzione: “Ringraziamo chi ci ha contattato e ha chiesto di incontrarci nelle ultime ore, ma abbiamo deciso che il nostro unico patto, in vista di domenica 8 giugno, sarà con gli elettori e non con forze politiche, liste civiche o liste politiche travestite da civiche. Niente apparentamenti né accordi, insomma: lasciamo ad altri l’arte del compromesso per trovare intese dell’ultimo minuto. Invece ci rivolgeremo con ancora più forza ai cittadini per proporre a loro un’intesa, basata sui punti forti del nostro programma: lavoro, sostegno ai più deboli, tutela dell’ambiente, trasparenza e partecipazione nell’amministrare la cosa pubblica”.

L’unico accordo, dunque, sarà con i biellesi: “Chiederemo agli elettori – conclude il candidato sondaco – di sottoscrivere con noi l’accordo “firmandolo” con una croce sul nome di Marco Cavicchioli il giorno del ballottaggio. Vogliamo che esprimano il loro voto perché convinti del nostro progetto per cambiare la città e non per l’indicazione di un leader di partito. E offriamo in cambio la promessa che faremo tutto il possibile per realizzare il nostro programma, dopo averlo difeso oggi da qualsiasi possibile compromesso o trattativa”.

Articolo precedente
Articolo precedente