La Provincia di Biella > Politica > “La pista di pattinaggio ci costerà 30mila euro in più per colpa del Comune”
Politica Biella -

“La pista di pattinaggio ci costerà 30mila euro in più per colpa del Comune”

Giacomo Moscarola: "Il Comune ha dimenticato di presentare la richiesta all'Enel per l'energia necessaria alla pista di pattinaggio, ora dovrà spendere 30mila euro in più rispetto a quanto previsto. L'assessore La Malfa dovrebbe dimettersi".

Giacomo Moscarola: “Il Comune ha dimenticato di presentare la richiesta all’Enel per l’energia necessaria alla pista di pattinaggio, ora dovrà spendere 30mila euro in più rispetto a quanto previsto. L’assessore La Malfa dovrebbe dimettersi”.

“Il Comune ha dimenticato di presentare la richiesta all’Enel per l’energia necessaria alla pista di pattinaggio, ora dovrà spendere 30mila euro in più rispetto a quanto previsto. L’assessore La Malfa dovrebbe dimettersi”.

A sollevare la questione è il consigliere di minoranza Giacomo Moscarola, che ha già presentato un’interrogazione in merito.

“Serve parecchia energia per la pista – ha spiegato -, per questa ragione avrebbero dovuto chiedere un allaccio specifico all’Enel con trenta giorni d’anticipo. Non avendolo fatto nei tempi fissati, ora sono stati costretti ad affittare dei generatori”.

Un cambio di programma parecchio costoso: “Oltre al noleggio – continua Moscarola -, si dovranno pagare: il gasolio necessario, un addetto alla manutenzione, installazioni fisse per la sicurezza. La cifra complessiva stimata dai tecnici è di 38mila euro per far fronte a queste spese. Se l’amministrazione avesse fatto richiesta nei tempi stabiliti, la cifra da pagare ad Enel, tutto compreso, si sarebbe aggirata intorno agli 8mila euro”.

Somme che all’esponente della Lega Nord fanno tornare alla mente un’altra questione, quella dei parcheggi a pagamento: “L’iniziativa proposta da Lega Nord per renderli gratuiti – conclude il consigliere comunale del Carroccio – avrebbe avuto un costo nettamente inferiore, andando ad impattare su una platea di utenti decisamente superiore rispetto agli utilizzatori della pista di pattinaggio. L’assessore competente, vista la sua negligenza che ha fatto “buttare al vento” 38mila euro di soldi pubblici, dovrebbe farsi da parte, rassegnando le proprie dimissioni per manifesta incapacità”.

Articolo precedente
Articolo precedente