La Provincia di Biella > Politica > “Immigrati nel vecchio ospedale? Non se ne parla”
Politica Biella -

“Immigrati nel vecchio ospedale? Non se ne parla”

Immigrati nel vecchio ospedale? E’ bastata l’idea a provocare la “reazione allergica” di tutta la Lega Nord piemontese, che ieri ha tenuto una conferenza stampa per ribadire il suo “no” preventivo, senza se e senza ma.

Immigrati nel vecchio ospedale? E’ bastata l’idea a provocare la “reazione allergica” di tutta la Lega Nord piemontese, che ieri ha tenuto una conferenza stampa per ribadire il suo “no” preventivo, senza se e senza ma.

Immigrati nel vecchio ospedale? E’ bastata l’idea a provocare la “reazione allergica” di tutta la Lega Nord piemontese, che ieri ha tenuto una conferenza stampa per ribadire il suo “no” preventivo, senza se e senza ma.
A Biella, oltre ai dirigenti locali – Michele Mosca e Giacomo Moscarola – e al deputato Roberto Simonetti, per l’occasione sono arrivati anche il torinese Stefano Allasia, il consigliere regionale Alessandro Benvenuto e l’ex governatore Roberto Cota. Proprio l’ex presidente piemontese ha addirittura minacciato di affidarsi alla piazza per “difendere i biellesi”.

Il repertorio dell’incontro è stato quello tipico, gli esponenti del Carroccio hanno snocciolato dati relativi alla clandestinità in italia e invitato i “pro-accoglienza” ad ospitare i migranti nelle proprie case. Non è mancato nemmeno un attacco alle “associazioni che guadagnano” grazie ai fondi stanziati per gestire il fenomeno immigrazione.
Nelle ore successive sono state depositate anche una mozione ed un’interrogazione sullo stesso tema, a firma del consigliere comunale Moscarola. L’obiettivo? “Stoppare qualunque tipo di iniziativa volta a portare immigrati all’interno dei locali del vecchio ospedale”.

Ampio servizio in edicola domani sulla Nuova Provincia di Biella.

Articolo precedente
Articolo precedente