La Provincia di Biella > Politica > Il Biellese chiederà lo stato di calamità
Politica Basso Biellese Biella Circondario Cossatese Valle Cervo Valle Elvo Valli Mosso e Sessera -

Il Biellese chiederà lo stato di calamità

Il territorio continua a leccarsi le ferite dopo l'ennesima giornata di maltempo che ha causato frane, allagamenti e purtroppo anche la tragica morte di un uomo.

Il territorio continua a leccarsi le ferite dopo l’ennesima giornata di maltempo che ha causato frane, allagamenti e purtroppo anche la tragica morte di un uomo.

Il territorio continua a leccarsi le ferite dopo l’ennesima giornata di maltempo che ha causato frane, allagamenti e purtroppo anche la tragica morte di un uomo.

Mentre Protezione civile, vigili del fuoco, tecnici e forze dell’ordine gestiscono la crisi, inizia a delinearsi un conto dei danni più salato del previsto. Emanuele Ramella Pralungo ha quindi deciso che verrà chiesto alla Regione il riconoscimento dello stato di calamità.

“In alcuni punti non siamo economicamente in grado di intervenire – conferma Ramella -, bisognerà trovare una quadra e qualcuno che ci dia dei soldi. Chiederemo anche lo stato di calamità”.

Nel frattempo bisogna gestire l’emergenza: “Su alcune delle strade chiuse  – spiega il presidente – stiamo  lavorando per riuscire ad istituire almeno un senso unico alternato il prima possibile. L’unica consolazione è che il nostro territorio, nonostante le frane, alla fine abbia retto meglio di tanti altri. Purtroppo abbiamo una vittima e la sua morte sconcerta e cambia radicalmente il punto vista di tutta la situazione”.

Articolo precedente
Articolo precedente