La Provincia di Biella > Politica > Elemosina davanti ai supermercati: “Questuanti o sfruttati?”
Politica Biella -

Elemosina davanti ai supermercati: “Questuanti o sfruttati?”

Persone che chiedono l'elemosina o uomini sfruttati da organizzazioni criminali? A sollevare la questione è Andrea Delmastro, consigliere comunale di Fratelli d'Italia.

Persone che chiedono l’elemosina o uomini sfruttati da organizzazioni criminali? A sollevare la questione è Andrea Delmastro, consigliere comunale di Fratelli d’Italia.

Persone che chiedono l’elemosina o uomini sfruttati da organizzazioni criminali?

A sollevare la questione è Andrea Delmastro, consigliere comunale di Fratelli d’Italia, che ha presentato un’interrogazione al sindaco di Biella, Marco Cavicchioli, per chiedere spiegazioni in merito al moltiplicarsi del numero di questuanti.

“Dvanti a quasi tutti i supermercati cittadini – spiega – c’è una persona di colore che svolge attività di accattonaggio; il fatto che ve ne si trovi solo uno e in quasi la totalità dei centri porta a pensare che queste persone, in qualche modo, siano organizzate. Tale organizzazione può essere autonoma o provenire da terzi che coordinano o sfruttano i questuanti”.

Delmastro auspica che venga scongiurata quest’ultima possibilità. “Qualora ci si trovasse dinnanzi ad una precisa organizzazione – continua – verseremmo in ipotesi di gravissimo allarme sociale e di innegabile rilevanza penale. Le cronache nazionali, infatti, riportano casi di vergognoso sfruttamento di immigrati facilmente ricattabili per via della loro condizione di clandestini”.

Il consigliere di Fratelli d’Italia chiede quindi al primo cittadino. se il fenomeno sia monitorato,  se possa escludere situazioni di sfruttamento o capolarato e se ritenga normale che davanti ad ogni supermercato cittadino vi sia una persona che chiede l’elemosina.

Articolo precedente
Articolo precedente