La Provincia di Biella > Politica > Da un biellese all’altro: Scarpellino è il nuovo segretario regionale dei Giovani Democratici
Politica Basso Biellese Biella Circondario Cossatese Valle Cervo Valle Elvo Valli Mosso e Sessera -

Da un biellese all’altro: Scarpellino è il nuovo segretario regionale dei Giovani Democratici

Un secondo biellese viene eletto alla carica di Segretario Regionale dei Giovani Democratici. Sabato pomeriggio, presso la sede regionale del Pd piemontese, più di cento iscritti provenienti da tutto il Piemonte si sono espressi in favore della candidatura di Andrea Scarpellino, già alla guida della federazione biellese dei Gd.

Un secondo biellese viene eletto alla carica di Segretario Regionale dei Giovani Democratici. Sabato pomeriggio, presso la sede regionale del Pd piemontese, più di cento iscritti provenienti da tutto il Piemonte si sono espressi in favore della candidatura di Andrea Scarpellino, già alla guida della federazione biellese dei Gd.

Un secondo biellese viene eletto alla carica di Segretario Regionale dei Giovani Democratici. Sabato pomeriggio, presso la sede regionale del Pd piemontese, più di cento iscritti provenienti da tutto il Piemonte si sono espressi in favore della candidatura di Andrea Scarpellino, già alla guida della federazione biellese dei Gd.

Classe ’90, da una vita impegnato nella politica studentesca prima (frequentava il Liceo Scientifico di Biella) e universitaria poi (al Politecnico di Torino), si è occupato dello scandalo delle borse di studio tagliate durante il governo regionale di Cota e collabora attivamente con l’assessore regionale ai diritti Monica Cerutti perché si proceda a una più equa politica per l’accesso a risorse e servizi per studenti meno abbienti. Si occupa anche di riforma della didattica studentesca e collabora, nelle scuole biellesi e non solo, con collettivi studenteschi, consulte e rappresentanti di istituto.

Scarpellino prende il posto di Paolo Furia, che è stato segretario regionale dei Giovani Democratici dal febbraio 2012. Ora segretario provinciale del Pd e consigliere comunale, a 27 anni lascia tutti gli incarichi nella giovanile del Pd per garantire la giusta autonomia tra il partito e l’organizzaIone dei giovani. “L’indignazione contro le ingiustizie è stato ed è ancora il motore del nostro impegno. Anche in Italia c’è ancora tanto da fare. Oggi il Pd governa dappertutto e i Gd devono fare la loro parte per mantenere il partito sano, fresco e dinamico” dichiara Paolo Furia.

Scarpellino ha le idee chiare sul ruolo dei gd: “Noi possiamo essere la pietra d’inciampo del Partito. Per noi i diritti civili, le politiche giovanili, il diritto allo studio, una politica degli affitti più vantaggiosa per i giovani, un’incentivazione per quelle imprese che assumono e non licenziano restano questioni fondamentali su cui faremo sentire la nostra voce”.

Articolo precedente
Articolo precedente