La Provincia di Biella > Politica > “Cossato città del piacere? Non è questa la pubblicità di cui abbiamo bisogno”
Politica Cossatese -

“Cossato città del piacere? Non è questa la pubblicità di cui abbiamo bisogno”

La notizia della scoperta di centri massaggi che nascondevano un giro di prostituzione, a Cossato, non è passata inosservata.

La notizia della scoperta di centri massaggi che nascondevano un giro di prostituzione, a Cossato, non è passata inosservata.

La notizia della scoperta di centri massaggi che nascondevano un giro di prostituzione, a Cossato, non è passata inosservata.

Marco Barbierato, consigliere comunale del Pd, è intervenuto per chiedere al sindaco Claudio Corradino provvedimenti.

“La notizia dell’operazione “Town of pleasure” – spiega – fa sorgere qualche domanda. Certo non è la pubblicità di cui Cossato ha bisogno, passare per una specie di luogo dal bordello facile. La notizia stride ancora di più visto che fra meno di un mese  – il 25 novembre – sarà la giornata contro la violenza sulle donne e il femminicidio: se non è una violenza lo sfruttamento della prostituzione e il lucrare sul corpo delle donne…”.

A questo proposito Barbierato si rivolge al primo cittadino: “Che ne è del “tolleranza zero” e del concetto di legge e ordine che il suo partito propaganda mandando in tv i suoi eurodeputati a fare gli istrioni con rivoltella in pugno? O forse è un portarsi avanti rispetto alla campagna per la legalizzazione della prostituzione che la Lega aveva portato avanti raccogliendo firme anche in città?”.

La domanda più concreta, però, è un’altra: “Perché non cogliere l’occasione di celebrare degnamente la giornata del 25 novembre con iniziative che diano il segno che Cossato non è la “Città del piacere” a pagamento sulla pelle delle donne, ma è una comunità che ricorda e contrasta gli atti di violenza, senza falsa propaganda e parole vuote?”

Articolo precedente
Articolo precedente