La Provincia di Biella > Politica > “Chiedo scusa a chi si è sentito offeso dalle mie parole sui clandestini”
Politica Basso Biellese Biella Circondario Cossatese Valle Cervo Valle Elvo Valli Mosso e Sessera -

“Chiedo scusa a chi si è sentito offeso dalle mie parole sui clandestini”

"Chiedo scusa a tutti coloro che si sono sentiti offesi". A distanza di qualche giorno dall'episodio che lo ha portato al centro delle polemiche, Maurizio Delsignore torna sulla contestatissima frase da lui scritta su Facebook nel corso di una discussione sul futuro dell'ex ospedale ("propongo i clandestini nell'inceneritore").

“Chiedo scusa a tutti coloro che si sono sentiti offesi”. A distanza di qualche giorno dall’episodio che lo ha portato al centro delle polemiche, Maurizio Delsignore torna sulla contestatissima frase da lui scritta su Facebook nel corso di una discussione sul futuro dell’ex ospedale (“propongo i clandestini nell’inceneritore”).

“Chiedo scusa a tutti coloro che si sono sentiti offesi”.

A distanza di qualche giorno dall’episodio che lo ha portato al centro delle polemiche, Maurizio Delsignore torna sulla contestatissima frase da lui scritta su Facebook nel corso di una discussione sul futuro dell’ex ospedale (“propongo i clandestini nell’inceneritore”).

“Ci tenevo – spiega il sindaco di Selve Marcone – a scusarmi pubblicamente con chi si è sentito offeso dalle mie parole. Come ho già detto, la mia era una battuta, infelice, sbagliata e malriuscita, ma una battuta. Questo per chiarire una volta per tutte una cosa che speravo fosse chiara e ovvia: non brucerei mai nessuno e nemmeno mi auguro che succedano cose del genere. Ringrazio chi ha capito la situazione e in questi giorni mi ha espresso solidarietà”.

Delsignore, inoltre, smentisce le voci circolate nelle ultime ore in merito a presunte denunce per le minacce da lui ricevute sui social network: “Non ho denunciato nessuno”.

Articolo precedente
Articolo precedente