La Provincia di Biella > Politica > “Caro Matteo, chiudere le scuole per il freddo non è tollerabile”
Politica Basso Biellese Biella Circondario Cossatese Fuori provincia Valle Cervo Valle Elvo Valli Mosso e Sessera -

“Caro Matteo, chiudere le scuole per il freddo non è tollerabile”

Il consigliere regionale Vittorio Barazzotto scrive al presidente del consiglio per sollecitare un intervento.

Il consigliere regionale Vittorio Barazzotto scrive al presidente del consiglio per sollecitare un intervento.

La lettera inviata da Vittorio Barazzotto a Matteo Renzi per sollecitare un intervento che risolva la drammatica situazione delle scuole superiori biellesi.

Caro Matteo,

ti scrivo una lettera aperta da un territorio del profondo nord che sta vivendo una crisi acuta ed allarmante.

Biella, Provincia notoriamente ricca di risorse e di servizi, sta facendo i conti, caso unico in Italia, con un “dissesto preventivo” che non ha eguali e non trova soluzioni con le leggi attuali, per quanto i nostri parlamentari biellesi abbiano cercato di far valere ragioni e buon senso con impegno encomiabile.

La Provincia di Biella è amministrata da un commissario prefettizio che ha approvato un bilancio non in equilibrio, e più volte ha denunciato la situazione con vari interlocutori istituzionali.

Ci sono debiti e non ci sono risorse. E l’indebitamento cresce di giorno in giorno.

Il risultato di tale assenza di governabilità, a breve, oltre a strade dissestate e manutenzioni assenti, porterà le scuole superiori della Provincia, settemila ragazzi, a sospendere le lezioni perché le aule saranno al freddo: nessuno più potrà pagare il riscaldamento.

E abbiamo finito gli appelli e le grida d’aiuto.

Scrivo a te direttamente, senza ulteriori intermediari, conoscendo il lavoro e la sensibilità che stai dimostrando con la riforma scolastica sintetizzata in “La buona scuola”.

A Biella, entro una quindicina di giorni, senza risposte e certezze, famiglie e ragazzi si riverseranno in piazza per dar voce alla protesta.

Nel nostro Paese, dover chiudere gli istituti perché non ci sono i fondi non è a mio avviso tollerabile. Per evitarlo, serve un provvedimento speciale di cui abbiamo assoluta urgenza e necessità.

Mi auguro che possa accogliere questo mio appello e intanto ti auguro buon lavoro per l’impegno di Governo.

Un caro saluto,

Vittorio Barazzotto

(Consigliere Regionale – Regione Piemonte)

Articolo precedente
Articolo precedente