La Provincia di Biella > Politica > Buonanno: “Pronto a partire, entro la settimana prossima sarò in Libia”
Politica Basso Biellese Biella Circondario Cossatese Fuori provincia Valle Cervo Valle Elvo Valli Mosso e Sessera -

Buonanno: “Pronto a partire, entro la settimana prossima sarò in Libia”

Pensavamo di esserci ormai abituati alle insolite iniziative di Gianluca Buonanno, ancora una volta, invece, l'europarlamentare valsesiano della Lega Nord è riuscito a stupire tutti. A far discutere è l'annuncio diffuso nella giornata di oggi: «Sono pronto a partire, entro la settimana prossima sarò in Libia. Questa è la mia risposta ad un governo di "cagasotto"».

Pensavamo di esserci ormai abituati alle insolite iniziative di Gianluca Buonanno, ancora una volta, invece, l’europarlamentare valsesiano della Lega Nord è riuscito a stupire tutti. A far discutere è l’annuncio diffuso nella giornata di oggi: «Sono pronto a partire, entro la settimana prossima sarò in Libia. Questa è la mia risposta ad un governo di “cagasotto”».

Pensavamo di esserci ormai abituati alle insolite iniziative di Gianluca Buonanno, ancora una volta, invece, l’europarlamentare valsesiano della Lega Nord è riuscito a stupire tutti. A far discutere è l’annuncio diffuso nella giornata di oggi: «Sono pronto a partire, entro la settimana prossima sarò in Libia. Questa è la mia risposta ad un governo di “cagasotto”».

«Ho parlato con la rappresentanza diplomatica libica a Bruxelles e con apparati del Governo libico di Tobruk – ha spiegato -. Sono in attesa che si definiscano alcuni aspetti logistici. Tobruk non ha collegamenti di linea né trasporti ufficiali, ma entro la settimana prossima sarò in Libia».

A suo dire si tratta di una reazione all’immobilismo dell’esecutivo: “Visto che il Governo italiano non fa nulla di concreto e che la Mogherini è come se non esistesse, nella veste ufficiale di europarlamentare ho chiesto di poter incontrare esponenti governativi. Voglio testimoniare la mia vicinanza agli italiani ancora presenti in Libia ed evidenziare che se Buonanno riesce a interagire con le autorità del Paese e ad essere presente in loco in questi momenti, anche il nostro pavido governo italiano e le ancor più pavide autorità UE possono e devono esserci, anziché scappare».

«Voglio vedere da vicino la situazione – conclude Buonanno – perché ormai anche i servizi segreti di alcuni Paesi, e non solo la Lega, sono certi che fra i clandestini che sbarcano sulle coste italiane si possono nascondere i terroristi dell’Isis. Vado in Libia con le mie sole forze e senza chiedere la protezione dell’Italia, ed esorto Pinotti Pinocchio a non aspettare che arrivino i mangiafuoco dell’Isis».

Articolo precedente
Articolo precedente