La Provincia di Biella > Politica > Alessandro e Maria Elena Campigli da Berlusconi
Politica Biella -

Alessandro e Maria Elena Campigli da Berlusconi

C'erano anche due biellesi all'evento di Forza Italia Siamo l'Italia che si è tenuto a Roma presso l'Auditorium del Divino Amore, dove Silvio Berlusconi, al fianco di Marcello Fiori, Coordinatore Nazionale dei Club Forza Silvio, ha annunciato l'impostazione della Nuova e futura Forza Italia. Si tratta di Alessandro Campigli e della figlia Maria Elena.

C’erano anche due biellesi all’evento di Forza Italia Siamo l’Italia che si è tenuto a Roma presso l’Auditorium del Divino Amore, dove Silvio Berlusconi, al fianco di Marcello Fiori, Coordinatore Nazionale dei Club Forza Silvio, ha annunciato l’impostazione della Nuova e futura Forza Italia. Si tratta di Alessandro Campigli e della figlia Maria Elena.

C’erano anche due biellesi all’evento di Forza Italia Siamo l’Italia che si è tenuto a Roma presso l’Auditorium del Divino Amore, dove Silvio Berlusconi, al fianco di Marcello Fiori, Coordinatore Nazionale dei Club Forza Silvio, ha annunciato l’impostazione della Nuova e futura Forza Italia. Si tratta di Alessandro Campigli e della figlia Maria Elena.

“Sentire il discorso del Presidente – dice Alessandro Campigli – mi ha dato grande soddisfazione e conforto per quanto si é fatto in questo anno che, francamente, nei rapporti interni al partito, non è stato facile. Condivido ogni parola ed aggiungo che, ancora una volta, il Presidente Berlusconi ha visto e suggerito la strada giusta e noi tutti dobbiamo farne tesoro. Ora siamo vicini al congresso e questo sarà un momento delicato dove vi é realmente un’occasione di cambiare il Partito. Sono convinto che anche qui nel Biellese si troveranno le intese e la volontà per ricostruire la voglia di partecipazione e di fare politica, politica per la città e per la gente.

“A chi mi chiede – prosegue Campigli – se ho in programma e, comunque, se ho delle ambizioni alla segreteria, rispondo che non cerco alcuna posizione di vertice. Il mio interesse é quello che si crei una squadra, un’equipe di lavoro dove ognuno abbia mansioni e responsabilità di condotta e quindi poter vedere un’organizzazione funzionante al servizio degli aderenti e, certamente, di questa squadra mi piacerebbe farne parte per poter dare il mio piccolo contributo. A dire il vero, per quanto prevede il regolamento del Congresso, essendo stato nominato dirigente dell’ufficio provinciale Club, per diritto, farò parte del Comitato Provinciale, ma penso che si debba trovare la volontà di fare, insieme e con passione e non per diritto”.

Articolo precedente
Articolo precedente