La Provincia di Biella > Politica > A Biella l’acqua più cara del Piemonte
Politica Biella -

A Biella l’acqua più cara del Piemonte

A Biella l'acqua è buona. Questo si sapeva già. Quello che invece non tutti immaginano è che sia anche la più cara del Piemonte. Almeno stando a quanto sostenuto dai consiglieri comunali del Pd Diego Presa, Sergio Leone e Vittorio Barazzotto. I tre esponenti di Palazzo Oropa hanno presentato anche un'interrogazione in merito, basata sui dati emersi dal recente rapporto dell'Osservatorio prezzi e tariffe di Cittadinanzattiva.

A Biella l’acqua è buona. Questo si sapeva già. Quello che invece non tutti immaginano è che sia anche la più cara del Piemonte. Almeno stando a quanto sostenuto dai consiglieri comunali del Pd Diego Presa, Sergio Leone e Vittorio Barazzotto. I tre esponenti di Palazzo Oropa hanno presentato anche un’interrogazione in merito, basata sui dati emersi dal recente rapporto dell’Osservatorio prezzi e tariffe di Cittadinanzattiva.

A Biella l’acqua è buona. Questo si sapeva già. Quello che invece non tutti immaginano è che sia anche la più cara del Piemonte. Almeno stando a quanto sostenuto dai consiglieri comunali del Pd Diego Presa, Sergio Leone e Vittorio Barazzotto.

I tre esponenti di Palazzo Oropa hanno presentato anche un’interrogazione in merito, basata sui dati emersi dal recente rapporto dell’Osservatorio prezzi e tariffe di Cittadinanzattiva.

“Ancora una volta – spiegano – Biella si è distinta per avere l’acqua più cara del Piemonte. Una famiglia di tre persone spende mediamente in città 385 euro, ben 60 in più rispetto alla media piemontese e 52 in più rispetto alla media nazionale”.

Biella, l’acqua più cara del Piemonte.

Preso atto del peso economico che in periodo di crisi le famiglie devono sopportare per far fronte ai costi fissi dei servizi essenziali e considerato che nel Biellese, a differenza di altre provincie piemontesi, l’acqua normalmente non scarseggia, i tre consiglieri comunali dell’opposizione hanno chiesto al sindaco “quali motivazioni giustificano una così marcata differenza di costo rispetto alle altre città piemontesi e quali misure sono state assunte in relazione al problema della riduzione dei costi più volte sollevato negli anni  precedenti”.

Gli esponenti del Pd, infine, hanno domandato “a quanto ammontano gli investimenti Cordar finanziati negli ultimi 5 anni  per la città di Biella rispetto al totale a carico del Consorzio e rispetto agli introiti in città”.

Articolo precedente
Articolo precedente