La Provincia di Biella > Eventi e cultura > Un gruppo ambizioso: Vascorock
Eventi e cultura Biella Circondario -

Un gruppo ambizioso: Vascorock

Fondata a Biella nel 2007, la Vascorock band propone un tributo a Vasco Rossi, uno dei più famosi rocker italiani. Alcuni membri della band suonano anche in gruppi che propongono musica originale. Ma in questo progetto i musicisti sono concentrati nel valorizzare il concetto di 'tribute-band', cercando di spostare l'attenzione dal fattore 'commerciale' a quello 'artistico'.

Fondata a Biella nel 2007, la Vascorock band propone un tributo a Vasco Rossi, uno dei più famosi rocker italiani. Alcuni membri della band suonano anche in gruppi che propongono musica originale. Ma in questo progetto i musicisti sono concentrati nel valorizzare il concetto di ‘tribute-band’, cercando di spostare l’attenzione dal fattore ‘commerciale’ a quello ‘artistico’.

Fondata a Biella nel 2007, la Vascorock band propone un tributo a Vasco Rossi, uno dei più famosi rocker italiani.

Alcuni membri della band suonano anche in gruppi che propongono musica originale. Ma in questo progetto i musicisti sono concentrati nel valorizzare il concetto di ‘tribute-band’, cercando di spostare l’attenzione dal fattore ‘commerciale’ a quello ‘artistico’, come loro stessi ci spiegano: “La musica è fattore che unisce, che diverte noi e il nostro pubblico. E suonare la musica di Vasco può significare tante cose: guadagnare soldi facili sfruttando le canzoni del più importante rocker italiano, avere la possibilità di suonare in molti locali, sentirsi delle rockstar di provincia. Per noi è tutt’altro. Crediamo infatti che farsi interpreti di un cantautore come Vasco Rossi, famosissimo e onnipresente nella programmazione radiofonica, celebre al punto da nauseare chi non lo ha conosciuto davvero, sia una sfida importante. Cerchiamo di proporre l’artista, quel personaggio che, prima ancora di arrivare al successo con la celebre esibizione a Sanremo dei primi anni Ottanta, cercava con la semplicità della forma musicale e le parole schiette e dirette che ne avrebbero contraddistinto l’intera produzione di rompere lo schema dei cantautori impegnati degli anni Settanta. Vasco ha un’unica caratteristica fondamentale: arriva a tutti. Nonni e nipoti si trovano insieme ad affollare gli stadi, cantando canzoni diversissime, da ‘Fegato, fegato spappolato’ a ‘Cambia-menti’, da ‘Albachiara’ a ‘Rewind’.”

La Vascorock è attualmente nel mezzo di un tour di trenta date che vedono la band impegnata su due fronti: il concerto elettrico, in cui l’energia delle chitarre e i suoni dei sintetizzatori coinvolgono il pubblico in una festa di oltre due ore, il concerto acustico, in cui i brani del ‘Blasco’ sono stati riarrangiati per chitarra acustica e percussioni, i suoni elettronici sono sostituiti dalla chiarezza del pianoforte.

“Stiamo proponendo la band in tutti i locali della nostra provincia” ci raccontano, “nel Novarese e in Liguria. L’obiettivo per il prossimo inverno è quello di ‘uscire’ dai confini territoriali e diventare uno dei progetti di tributo a Vasco di riferimento del nord Italia”.

Gli spettacoli della Vascorock sono un concentrato di passione e vedono al microfono Max Romagnolo (cognome azzeccato, visto chi interpreta!), cui si uniscono Jacopo Lunardi alla batteria, Vincenzo D’Onofrio al basso, Nicolò Allorto e Alex Farucci (chitarre e voce), Alessandro Eclair (tastiere e cori).

Sogni nel cassetto? “Produrre uno spettacolo che recuperi i brani più vecchi e insoliti di Vasco Rossi, riarrangiandoli con suoni più moderni.”

Quest’estate, già da giugno, potremo sentire la band nelle principali feste all’aperto della nostra provincia: Valdengo, Pralungo, Salussola, Strona. Quindi per gli amanti di Vasco, occhio ai programmi!

Maria Carola Saccoletto

Articolo precedente
Articolo precedente