La Provincia di Biella > Eventi e cultura > Serena Ferrara al Biella Jazz Club
Eventi e cultura Biella -

Serena Ferrara al Biella Jazz Club

Martedì 17 marzo alle 21,30, al Biella Jazz Club, nuovo appuntamento dedicato alle voci femminili. E' la volta di Serenna Ferrara con il progetto "Zancle".

Martedì 17 marzo alle 21,30, al Biella Jazz Club, nuovo appuntamento dedicato alle voci femminili. E’ la volta di Serenna Ferrara con il progetto “Zancle”.

Martedì 17 marzo alle 21,30, al Biella Jazz Club, nuovo appuntamento dedicato alle voci femminili. E’ la volta di Serena Ferrara con il progetto “Zancle”.

Il progetto Zancle nasce dall’incontro di Serena Ferrara, cantante milanese ma di origini iciliane, con il pianista Luca Dell’Anna e il bassista Ivo Barbieri. Dopo un’intensa attività concertistica insieme iniziata nel 2008, si sente l’esigenza di creare un progetto di inediti dove far convogliare le diverse personalità, idee ed influenze musicali che vivevano al contempo di una forte intesa comune.

La matrice jazzistica che si ritrova nella scelta dei suoni, nell’interplay e nello spirito improvvisativo, trova così respiro tra i colori della musica etnica e popolare, in una vibrante e poetica esperienza di jazz mediterraneo. Zancle (antico nome greco della citta? di Messina) e? un progetto dedicato al sud del mondo. E’ un viaggio che ha il suo centro nel cuore del mediterraneo e ci porta dall’isola siciliana in Andalusia, dall’Africa all’Argentina fino al sud dell’India.

Il filo conduttore dei brani, quasi tutti inediti, sono i testi che narrano di leggende, miti, racconti ispirati a diverse tradizioni e in particolare a quella siciliana.

Da Cola Pisci ad esempio, l’eroe che secondo la leggenda si trova in fondo al mare a reggere una delle tre colonne su cui poggia la Sicilia, a Cor de Rosa, una fata a cui ha dato vita il poeta Pessoa, che giunge sulla terra ogni notte per far addormentare e sognare i bambini, o Angamene, ispirato al mito della Fata Morgana e fenomeno ottico che  si puo? osservare ancora oggi nello stretto di Messina.

L’album vede la partecipazione in tutte le tracce di Israel Varela alla batteria, musicista di origine messicana conosciuto per le sue collaborazioni con artisti come Pat Metheny, Mike Stern, Charlie Haden, Diego Amador, Pino Daniele e numerosi altri. Altri grandi ospiti sono inclusi nel disco, come Jorge Pardo al flauto (Chick Corea e Paco De Lucia fra le sue collaborazioni principali), Adam Rapa alla tromba, riconosciuto in tutto il mondo per la sua eccezionale maestria, Daniele Epifani alla chitarra e charango, Marija Drincic al violoncello, Marco Scipione al flauto, l’arrangiatore Enzo Romano, l’attore Sergio Paladino alla voce narrante (‘Occhio a quei due’ di Carmine Elia e ‘Baari?a’ di Giuseppe Tornatore), Daniel Kolle? (che ha scritto le lyrics in duala, dialetto del Camerun, di “Angamene”).

Articolo precedente
Articolo precedente