La Provincia di Biella > Eventi e cultura > Oggi torna il Mercatino dell’antiquariato
Eventi e cultura Biella -

Oggi torna il Mercatino dell’antiquariato

Oggi torna, nello storico quartiere di Riva, il Mercatino dell'antiquariato minore. La prima edizione risale al 1987 con 63 espositori di vecchi libri, stampe, porcellane, argenti, mobili, quadri, francobolli e monete. Da allora si è ripetuto negli anni e per quest’edizione l'Ente manifestazioni Biella Riva porta 150 espositori che arrivano da tutto il Piemonte, Lombardia, Liguria e Veneto offrendo gli amanti del genere più vasta scelta.

Oggi torna, nello storico quartiere di Riva, il Mercatino dell’antiquariato minore. La prima edizione risale al 1987 con 63 espositori di vecchi libri, stampe, porcellane, argenti, mobili, quadri, francobolli e monete. Da allora si è ripetuto negli anni e per quest’edizione l’Ente manifestazioni Biella Riva porta 150 espositori che arrivano da tutto il Piemonte, Lombardia, Liguria e Veneto offrendo gli amanti del genere più vasta scelta.

Oggi torna, nello storico quartiere di Riva, il Mercatino dell’antiquariato minore. La prima edizione risale al 1987 con 63 espositori di vecchi libri, stampe, porcellane, argenti, mobili, quadri, francobolli e monete. Da allora si è ripetuto negli anni e per quest’edizione l’Ente manifestazioni Biella Riva porta 150 espositori che arrivano da tutto il Piemonte, Lombardia, Liguria e Veneto offrendo gli amanti del genere più vasta scelta.

Non è l’unico evento della giornata, nel quartiere infatti, precisamente nella chiesa di San Cassiano alle ore 16, l’Associazione teatro popolare di Sordevolo offrirà un primo assaggio della “Passione  2015”. Dopo le innumerevoli e continue prove, la domenica delle Palme sarà l’occasione per gli attori sordevolesi di fare un primo debutto interpretando alcuni quadri della vicenda del calvario di Cristo. Un’anticipazione che si deve all’impegno di Marco Brunasso, volontario dell’ente Biella Riva, attore nei panni di Barabba e impegnato dal 2010 nella promozione della Passione.

Sempre nel pomeriggio, alle 14.30 si assisterà poi alla passeggiate delle “Dame in costume ottocentesco”, un particolare appuntamento che ha luogo d’essere grazie alla collaborazione del vetraio di Via B.Bona. E per chi volesse avvicinarsi iconograficamente alla Passione e fare un salto storico nel suo passato vi sarà una mostra fotografica sul tema presso lo Studio Perini.

Anche la Fondazione Pistoletto partecipa alla giornata aprendo le sue porte, dalle 15 alle 17, con visite gratuite guidate a tema “archeologia industriale e arte povera”.

Maria Adelaide Picci

Articolo precedente
Articolo precedente