La Provincia di Biella > Eventi e cultura > La Passione di Cristo si trasferisce a Torino
Eventi e cultura Biella Circondario -

La Passione di Cristo si trasferisce a Torino

Oggi e domani la Passione di Cristo si traferisce a Torino in occasione dell’Ostensione della Sacra Sindone che si tiene in Duomo.

Oggi e domani la Passione di Cristo si traferisce a Torino in occasione dell’Ostensione della Sacra Sindone che si tiene in Duomo.

Oggi e domani la Passione di Cristo si traferisce a Torino in occasione dell’Ostensione della Sacra Sindone che si tiene in Duomo.

Per l’occasione, verranno rappresentate tre scene della Passione presso le Porte Palatine. Questa iniziativa sarà solamente un assaggio della famosa rappresentazione sordevolese che prevede quaranta repliche dal 6 giugno al 27 settembre. Le tre scene torinesi, si terranno dunque oggi alle 16 e alle  21 e domani alle 16 nel  suggestivo scenario delle Porte Palatine di Torino in Piazza Cesare Augusto.

L’edizione di quest’anno è attesa in modo particolare per la concomitanza importante con l’Ostensione della Santa Sindone, il bicentenario della nascita di San Giovanni Bosco, i 90 anni dalla morte del beato Pier Giorgio Frassati e i 25 della sua beatificazione ed Expo Milano 2015.

Gli attori che si esibiranno nel capoluogo piemontese sono: Fabrizio Pin, Gian Marco Pidello, Stefano Neiretti, Andrea Fogliano, Roberto Gallina,  Ivano Munarin, Giorgio Gulmini, Stefano Marchesi, Stefano Pala, Emanuele Perino, Stefano Marra, Alberto Monticone, Guido Ronchetta, Alessandro Farina,  Alberto Carlino, Andrea Prati, Riccardo Carlino,  Renzo Ronchetta, Paolo Vercellone, Enrico Martinelli, Angelo Lazzarotto, Armando Malagoli, Massimo Negro, Pier Angelo Mazzoni, Marco Pin, Daniele Mosca, Giuseppe Fontana, Luca Debernardi, Grotto Maffiotti, Davide Girino, Franco Marassi,Marco Brunasso, Carlo Pedrazzo, Pietro Magliola, Michele Poletta, Albino Zanon, Lorena Givone, Luciana Ferraris, Matilde Rubin, Cristina Mondin, Flaminia Perino, Caterina Fumero, Anita Pedrazzo, Ilaria Girino, Monica Rubin Barazza e Anna Bruni.

Articolo precedente
Articolo precedente