La Provincia di Biella > Eventi e cultura > Faluspe o falispe? Risponde Piero Delmastro di Alp
Eventi e cultura Biella -

Faluspe o falispe? Risponde Piero Delmastro di Alp

«Anche a Cossato si dice faluspe, falispe è comunque biellese; in alcune località del Piemonte la parola "faluspa" significa anche "farfallone"»

«Anche a Cossato si dice faluspe, falispe è comunque biellese; in alcune località del Piemonte la parola “faluspa” significa anche “farfallone”»

Faluspe o falispe? Da qualche giorno è iniziata una discussione sul fatto che in piemontese la parola italiana scintille si dica falispe o faluspe.

Il mio parere è che nella lingua piemontese si dica faluspe mentre nel dialetto di alcune località del biellese si dica falispe. Ho chiesto comunque a Piero Delmastro, esperto di lingua piemontese, presidente dell'Associazione Alp e responsabile del Centro studi dolciniani. E così mi ha risposto: «Anche a  Cossato si dice faluspe, falispe è comunque biellese come dici tu; in alcune località del Piemonte la parola "faluspa" significa anche "farfallone". Tavo Burat usava, come altri Brandè usano tuttora, la parola "spluva". Si possono quindi usare indifferentemente tutte».

Allora, in definitiva, continuerò a scrivere Faluspe anche perchè ho ritrovato lo storico vocabolario piemontese-italiano del prof. Michele Ponza edito nel 1860 (all'epoca dell'Unità d'Italia): faluspa è la parola piemontese per esprimere l'italiano faville, scintille. E la u si legge come la u francese. L'accento sulla u non sarebbe necessario, ma è stato un mio vezzo…

Articolo precedente
Articolo precedente