La Provincia di Biella > Eventi e cultura > Dopo Pink Floyd, Joy Division e Doors, a Biella “rivive” la storia dei Cccp
Eventi e cultura Basso Biellese Biella Circondario Cossatese Valle Cervo Valle Elvo Valli Mosso e Sessera -

Dopo Pink Floyd, Joy Division e Doors, a Biella “rivive” la storia dei Cccp

Venerdì, nel negozio Cigna Dischi di Biella, un nuovo incontro musicale curato da Luca Pasquadibisceglie. Toccherà ad uno dei gruppi più famosi e rappresentativi della musica italiana degli anni ottanta (e non solo) aprire il nuovo anno: i Cccp.

Venerdì, nel negozio Cigna Dischi di Biella, un nuovo incontro musicale curato da Luca Pasquadibisceglie. Toccherà ad uno dei gruppi più famosi e rappresentativi della musica italiana degli anni ottanta (e non solo) aprire il nuovo anno: i Cccp.

Venerdì 9 gennaio, con inizio alle 19, prosegue il ciclo di incontri musicali presso il negozio Cigna Dischi situato in Via Italia 10 a Biella, curato da Luca Pasquadibisceglie.

Toccherà ad uno dei gruppi più famosi e rappresentativi della musica italiana degli anni ottanta (e non solo) aprire il nuovo anno: i CCCP.

Tra le parole di Luca, che ripercorreranno la nascita e la vita del gruppo punk (mai come questa volta il termine è inappropriato e limitativo) emiliano, le musiche di Massimo Zamboni ed i testi di Giovanni Lindo Ferretti, chi parteciperà alla serata avrà la possibilità di scoprire, o riscoprire, un pezzo d’Italia e di cultura musicale ancora oggi attuale e vivissima.

“Non fermatevi al nome, non lasciatevi trarre in inganno dalla definizione fuorviante di punk, i CCCP sono molto di più. Probabilmente sono, insieme ai Litfiba della trilogia del potere, il gruppo migliore degli anni ottanta italiani. E, considerando la loro costola CSI (Consorzio Suonatori Indipendenti), creata insieme a Gianni Maroccolo, uscito proprio dai Litfiba ad inizio anni novanta, la realtà musicale più bella degli ultimi trent’anni. Almeno per chi ha, come me e molti, una certa concezione della musica e, più in generale, della forma artistica nota come “spettacolo musicale” recita quasi a memoria Luca, che ha dedicato alla storia dei CCCP e alla Biella di ieri e di oggi il suo spettacolo teatrale “Da Biella a Berlino passando dalla Mongolia”, andato in scena nel giugno del 2013.

Elio e Stefano, i titolari dello storico negozio biellese, sono entusiasti dell’esito delle tre serate fin qui svolte: “Sempre più gente, appassionati o semplici curiosi desiderosi di conoscere qualcosa di nuovo, ha partecipato alle nostre serate. Siamo orgogliosi di aver creato qualcosa di nuovo insieme a Luca, che riesce ogni volta a stupirci per l’entusiasmo e la passione con la quale racconta ed affronta argomenti anche impegnativi, riuscendo nel difficile compito di non annoiare nessuno. Siamo curiosi di vedere cosa succederà nei prossimi appuntamenti”.

Appuntamento quindi fissato per venerdì 9 gennaio alle ore 19, ingresso naturalmente gratuito ed aperto a tutti.

Tutti gli interessati possono rimanere aggiornati iscrivendosi al gruppo Facebook “I venerdì da Cigna Dischi”.

Articolo precedente
Articolo precedente