La Provincia di Biella > Eventi e cultura > BIELLA COME SEATTLE – La Claque, semplicemente rock
Eventi e cultura Basso Biellese Biella Circondario Cossatese Valle Cervo Valle Elvo Valli Mosso e Sessera -

BIELLA COME SEATTLE – La Claque, semplicemente rock

La Claque è il nome di una band biellese nata ad inizio 2014, con il solo obiettivo di suonare insieme per divertirsi. “Dopo la prima chiacchierata e le prime prove” ci raccontano, “abbiamo tolto un po’ di ruggine che ognuno di noi aveva nelle mani, sulle dita e nella voce e suonare insieme ci è piaciuto molto da subito”.

La Claque è il nome di una band biellese nata ad inizio 2014, con il solo obiettivo di suonare insieme per divertirsi. “Dopo la prima chiacchierata e le prime prove” ci raccontano, “abbiamo tolto un po’ di ruggine che ognuno di noi aveva nelle mani, sulle dita e nella voce e suonare insieme ci è piaciuto molto da subito”.

La Claque è il nome di una band biellese nata ad inizio 2014, con il solo obiettivo di suonare insieme per divertirsi.

“Dopo la prima chiacchierata e le prime prove” ci raccontano, “abbiamo tolto un po’ di ruggine che ognuno di noi aveva nelle mani, sulle dita e nella voce e suonare insieme ci è piaciuto molto da subito”. Le differenti attitudini musicali dei vari componenti si sono mischiate, facendo sì che ciascuno si prendesse i propri spazi arricchendo vicendevolmente le idee dei singoli. E’ stato da subito tutto molto serio, intenso ed interessante.

La band è così composta: Andrea Brugin (chitarra), Alessandro Quattrone (batteria), Nicolò Seggiaro (basso), Andrea Sportelli (voce). Nomi noti, per chi segue la musica indie biellese, già presenti in varie formazioni che negli ultimi anni con successo hanno preso parte a concorsi, inciso canzoni e percorso molti chilometri, dal Piemonte alla Calabria.
“Siamo diversamente giovani”, scherzano i La Claque, “Altrimenti detto: siamo abbastanza vecchi per sapere quello che facciamo e abbastanza giovani per non annoiare nessuno!”

Ci spiegano così la loro musica: “Facciamo rock. Non ci interessa specificare ulteriormente una tipologia specifica o sottogenere in cui collocarci. In ogni brano risuonano le influenze di ciò che negli anni abbiamo ascoltato e ci portiamo inevitabilmente dentro. La cosa fondamentale per noi è… la musica stessa. La musica è una cosa dalla quale non possiamo stare distanti, ma che nello stesso tempo ci rende liberi di creare qualcosa dal nulla, di nostro”.

Maria Carola Saccoletto

Ampio servizio sulla Nuova provincia di Biella in edicola oggi a solo 1,20 euro.

Articolo precedente
Articolo precedente