La Provincia di Biella > Eventi e cultura > “Bicincina”, una cavalcata tra l’eroico e l’esilarante
Eventi e cultura Valli Mosso e Sessera -

“Bicincina”, una cavalcata tra l’eroico e l’esilarante

“Bicincina” è l’ultimo libro di Marco Zuccari, l’autore ossolano, ma originario di Mosso, presenterà il suo ultimo volume proprio nella sala consigliare di Mosso venerdì 30 gennaio alle 21.

“Bicincina” è l’ultimo libro di Marco Zuccari, l’autore ossolano, ma originario di Mosso, presenterà il suo ultimo volume proprio nella sala consigliare di Mosso venerdì 30 gennaio alle 21.

“Bicincina” è l’ultimo libro di Marco Zuccari, l’autore ossolano, ma originario di Mosso, presenterà il suo ultimo volume proprio nella sala consigliare di Mosso venerdì 30 gennaio alle 21.

L’evento è come sempre organizzato dalla biblioteca. Marco Zuccari ossolano, ma la cui famiglia è originaria di Mosso presenterà “Bicincina pedalando da Pechino a Shanghai” , Polaris Edizioni, che rappresenta un diario testimonianza delle tre settimane trascorse nel 2011 da Zuccari, pedalando da Pechino fino a Shangai . Un’avventura senza confini, se non quelli non esattamente angusti del Paese più popolato e contraddittorio del mondo, la Cina, riassunta in un “calembour” in cui è concentrato tutto: il mezzo (la bicicletta), una preposizione semplice di luogo (in) e il punto di partenza e di arrivo di una cavalcata tra l’eroico e l’esilarante.

Contestualmente alla presentazione del libro saranno proiettate immagini del viaggio. L’autore ci prende per mano, ci invita a salire su un’ideale bicicletta e ci fa volare magicamente in un mondo imprevedibile, dove succede di tutto: si sorride, si ride, si scoprono luoghi e personaggi a tutto tondo, si riflette e si impara a vivere. Perché, come suggerisce Einstein nella citazione d’apertura: “La vita è come andare in bicicletta: se vuoi stare in equilibrio devi muoverti”. Marco Zuccari dopo gli studi scientifici e una carriera sviluppata in ambito tecnico, ha virato verso attività umanistiche, assecondando una versatilità che in anni giovanili ignorava di avere: attore amatoriale, presentatore, cantante di coro, fotografo e scrittore. E’ anche uno sportivo (con tanti limiti): podista, scalatore, motociclista e… ciclista ma solo per vacanze avventurose.

In questa veste, dopo un primo raid in India dal quale è nato un fortunato libro, “La ferocia della capra” è venuta una seconda impresa in terra cinese, di cui questo secondo sforzo letterario è l’effervescente testimonianza. Marco Zucccari anticiperà i contenuti del nuovo libro che sta preparando.

Articolo precedente
Articolo precedente