La Provincia di Biella > Economia > Venerdì in centro arriva la “notte bianca”
Economia Basso Biellese Biella Circondario Cossatese Valle Cervo Valle Elvo Valli Mosso e Sessera -

Venerdì in centro arriva la “notte bianca”

Si chiamerà “Prezzi pop, notte al top”. Anche quest'anno torna il tradizionale appuntamento che lancia i saldi estivi.

Si chiamerà “Prezzi pop, notte al top”. Anche quest’anno torna il tradizionale appuntamento che lancia i saldi estivi.

Si chiamerà “Prezzi pop, notte al top” e si terrà la sera di venerdì prossimo. Anche per quest’anno, l’Ascom organizza la tradizionale “notte bianca”, che farà da trampolino di lancio per i saldi estivi del 2015.

L’obiettivo è ancora una volta di risollevare il commercio dal calo di vendite e dalla concorrenza del centro commerciale Gli Orsi.

Il presidente dell’organizzazione, Mario Novaretti, esprime grande entusiasmo per l’evento: «Abbiamo invitato tutti i negozianti – spiega – a tenere alzate le serrande fino alla mezzanotte. In questo modo si invoglieranno i cittadini a visitare il centro, tra i gli spettacoli che abbiamo organizzato e i primi sconti promozionali. Come sappiamo bene, poi, i saldi veri e propri partiranno il giorno successivo».

Ad accompagnare l’apertura dei negozi ci saranno diverse iniziative, organizzate da alcuni degli esercenti. In via Garibaldi, di fronte la pizzeria La Pace, si avrà “Pizza e Mandolino”. La cena dei clienti, infatti, verrà animata con musica dal vivo, proveniente dalla più tipica tradizione partenopea. Anche dalla parte opposta del centro, poi, si avrà spazio per il cibo. In via Marconi all’angolo con via Repubblica, verranno allestiti alcuni punti ristoro che offriranno la degustazione di prodotti tipici siciliani. In via Asti, infine, appena a due passi dal centro storico, la gelateria Caraibi in collaborazione con la pizzeria Capri presenterà “Bulli e Pupe”: giovani ragazze faranno divertire i bambini con giochi e pitture, mentre pizza e gelato verranno offerti nell’interno dei punti vendita a prezzi speciali. «Siamo giunti già al decimo anno consecutivo – sottolinea Novaretti – e visto il successo delle passate edizioni, abbiamo pensato che fosse indispensabile riproporre l’evento».

Tra i commercianti, però, non tutti hanno preso con soddisfazione la notizia. Monica Tesio, del negozio Pennyblack, commenta positivamente: «Aderiremo sicuramente – spiega – almeno quel giorno e le due settimane successive. Anche se i saldi ufficiali non saranno ancora cominciati, potranno essere fatti i primi sconti e promozioni. L’occasione è sicuramente da non perdere».

Fabiana Redamante, del punto vendita Tezenis, usa invece toni più aspri: «Per noi è un costo insostenibile. Ci toccherebbe tenere aperti fino a tarda notte per pochi clienti, che verrebbero soltanto a guardare la merce da acquistare il giorno successivo. Senza contare che, in questo modo, non avremmo il tempo di preparare le etichette ed i prezzi per la mattina successiva. A noi conviene pertanto aprire la sera successiva, cioè sabato». Anche Barbara Rolle, del punto vendita Motivi, ritiene difficilmente praticabile questo tipo di iniziativa. La ragione sarebbe dovuta alla partenza dei saldi, prevista per il giorno successivo. «Se il Comune – spiega – cambiasse la delibera e ci permettesse di cominciare con un giorno d’anticipo, potremmo anche pensarci su. Ma per i negozi a conduzione familiare come il nostro, sarebbe necessario non dormire la notte e preparare la merce e i prezzi per la giornata successiva».

In ogni caso, quei negozi che non riusciranno ad aprire per venerdì, potranno recuperare con la serata di sabato, ancora una volta a disposizione per gli amanti degli acquisti.

Marco Comero

Articolo precedente
Articolo precedente