La Provincia di Biella > Economia > Sinterama licenzia 23 dipendenti a Sandigliano
Economia Circondario -

Sinterama licenzia 23 dipendenti a Sandigliano

Sposta la produzione in Bulgaria

Sinterama licenzia 23 dipendenti a Sandigliano.

Crisi economica

La ripresa dell’economia non sembra interessare la Sinterama di Sandigliano che nella giornata di giovedì ha annunciato il licenziamento di 23 dipendenti. In particolare, si tratta dei lavoratori del reparto Testurizzazione ad aria e del reparto cernita strettamente connesso al primo. Secondo quanto reso noto dalla dirigenza aziendale, il provvedimento è dovuto alla permanente stagnazione della domanda interna ed i è influenzata dall’agguerrita concorrenza estera, portata avanti dai paesi più emergenti, che attuano politiche economico-commerciali spregiudicate. E in risposta, Sinterama ha deciso di trasferire parte della produzione in Bulgaria – dove il costo del lavoro è certamente inferiore – lasciando a casa i dipendenti biellesi, come conferma Alessandra Ranghetti, segretaria generale territoriale Uiltec Biella-Vercelli: «L’azienda per sfruttare al meglio le sinergie legate alla stessa tipologia di lavorazioni ha deciso di concentrare la testurizzazione ad Aria nello stabilimento di Nova Zagora in Bulgaria».

Situazione difficile

«Come sindacato – continua il rappresentante dei tessili – ci troviamo di nuovo in una condizione difficile in un territorio che si trascina da anni in situazioni di crisi, dobbiamo considerare anche la limitatezza degli ammortizzatori sociali in costanza di rapporto di lavoro, dopo le modifiche introdotte dal Job Act, i quali sono sempre più difficili da richiedere. La natura strutturale degli esuberi dichiarati da Sinterama rende impraticabile il ricorso agli ammortizzatori sociali straordinari, complicando ulteriormente la situazione dei lavoratori coinvolti dalla riduzione del personale».
L’obiettivo del sindacato è naturale: Il nostro obbiettivo nel corso della fase di confronto sindacale con l’azienda, sarà quello di tentare la strada della ricollocazione per evitare il più possibile le ricadute della crisi aziendale sui livelli occupazionali, è impensabile che la sofferenza del mercato ricada esclusivamente sui lavoratori e sulle loro famiglie».
Sinterama spa, uno dei nomi più noti del distretto industriale biellese, nasce nel 1999 con sede a Sandigliano. Dopo la vendita operata negli anni scorsi con la cessione a un gruppo tedesco, oggi l’azienda è un gruppo di livello internazionale, con stabilimenti in Italia, in Bulgaria e nel resto del mondo (Brasile e Cina). La società opera nel settore tessile, nel comparto delle fibre sintetiche di poliesteri; i filati prodotti sono utilizzati prevalentemente nell’arredamento. Il mercato di riferimento ormai è quasi totalmente estero.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente