La Provincia di Biella > Economia > Ristoratori di Oropa in ginocchio: calo del 50%
Economia Basso Biellese Biella Circondario Cossatese Valle Cervo Valle Elvo Valli Mosso e Sessera -

Ristoratori di Oropa in ginocchio: calo del 50%

Tremenda stagione estiva per i ristoranti di Oropa. Quest’anno il mal tempo ha influito, purtroppo in modo decisamente negativo. I ristoratori hanno registrato un grande calo nei mesi di giugno, luglio e agosto a causa della pioggia, della nebbia e del freddo.

Tremenda stagione estiva per i ristoranti di Oropa. Quest’anno il mal tempo ha influito, purtroppo in modo decisamente negativo. I ristoratori hanno registrato un grande calo nei mesi di giugno, luglio e agosto a causa della pioggia, della nebbia e del freddo.

Tremenda stagione estiva per i ristoranti di Oropa.

Quest’anno il mal tempo ha influito, purtroppo in modo decisamente negativo.

I ristoratori hanno registrato un grande calo nei mesi di giugno, luglio e agosto a causa della pioggia, della nebbia e del freddo.

“ Il mal tempo ci ha portato a incassare dal 30 al 50 percento in meno rispetto alle medie stagionali degli scorsi anni, – fa sapere il titolare di Tre Arc –. Fino a giugno è andata benino, ma poi abbiamo perso molto a luglio e ad agosto. Sfortunatamente proprio nei due mesi in cui si dovrebbe lavorare di più e in cui si dovrebbe riuscire ad incassare quasi tutto il fatturato stagionale”.

La popolazione biellese non ha frequentato il Santuario come gli anni passati, oltre alla difficile crisi economica, quest’anno il mal tempo ha dato la legnata decisiva. Ormai, con le nuove tecnologie di smartphone e tablet si riesce a sapere in tempo reale che tempo fa in ogni parte del mondo, non c’è da stupirsi quindi che Oropa abbia subito delle perdite a causa del mal tempo.

“Non sappiamo ancora quantificare il danno, comunque giugno e luglio sono stati i mesi peggiori, abbiamo perso tantissimo, – comunicano da Vittino. – Solo a ferragosto è andata un po’ meglio. Possiamo solo sperare ancora un po’ in un bel settembre”.

Senza il sole e senza la fastidiosa aria calda tipica del nostro biellese, pochissime persone hanno deciso di scappare e di trascorrere una giornata fresca su ad Oropa, per mangiare il tradizionale piatto di polenta.

Anche le funivie di Oropa hanno registrato un netto calo.

“E’ stata una stagione che ha portato la nostra economia al di sotto delle medie stagionali, – spiega Giovanni D’ Adamo, presidente delle Funivie di Oropa. – I flussi sono calati decisamente, ben al di sotto del 50 percento. Questa è stata quasi sicuramente la stagione estiva peggiore degli ultimi 10 anni”.

Elisa Porelli

Articolo precedente
Articolo precedente