La Provincia di Biella > Economia > La scommessa di due donne che si rimettono in gioco
Economia Cossatese -

La scommessa di due donne che si rimettono in gioco

Fra tante serrande che si abbassano per sempre, questa volta ce n'è una che si rialza. A rimettersi in gioco e con un entusiasmo che lascia a bocca aperta sono due donne.

Fra tante serrande che si abbassano per sempre, questa volta ce n’è una che si rialza. A rimettersi in gioco e con un entusiasmo che lascia a bocca aperta sono due donne.

Fra tante serrande che si abbassano per sempre, questa volta ce n’è una che si rialza.

A rimettersi in gioco e con un entusiasmo che lascia a bocca aperta sono due donne, già titolari di attività di merceria. Alzi la mano chi non si ricorda di “Nanette”, il negozio di via Martiri aperto fino a una decina di anni fa. Tutti ce l’hanno in mente. E’ stata un’attività che ha fatto la storia della città. Ecco, da oggi quel locale ospiterà la creatività di Rosangela Serra, titolare da 25 anni di “Tutto Tessuti”, e di Gabriella Gargano, anche lei titolare, da una decina di anni, di “Mode Novità”.

E’ una curiosa collaborazione che sta ottenendo consensi dalla popolazione femminile. “L’idea di unire le nostre professioni arriva per caso, potremmo dire per gioco – spiegano le due donne le cui attività sono già unite da un filo, non solo simbolico -.  Da anni lavoriamo in città, nei nostri negozi che per appigli diversi legano fra loro. Nel corso del tempo ci siamo scambiate spesso le clienti. E’ stato così che un giorno, bevendo il caffè insieme, abbiamo abbozzato l’idea di unirci. E’ accaduto un anno e mezzo fa. E’ stata una lunga gestazione, essendo donne abbiamo avuto il nostro bel da fare in famiglia.  Con calma siamo arrivate alla programmazione, alle questioni pratiche, alla valutazione delle nostre necessità e continuando a trovarci d’accordo il progetto è andato a buon fine. Siamo fiduciose, altrimenti non ci saremmo rimesse in gioco dopo tanti anni di lavoro. Il coraggio ci arriva dall’esperienza. Entrambe, in passato, abbiamo già lavorato in società. Sappiamo bene cosa significa”.

Rosangela e Gabriella si dicono persone “normali”, mentre le altre donne, quelle che si incontrano casualmente nei paraggi del negozio, esprimono molta ammirazione. L’inaugurazione della nuova attività è avvenuta oggi pomeriggio.

Anna Arietti

Articolo precedente
Articolo precedente