La Provincia di Biella > Economia > In via Italia si fa shopping anche in pausa pranzo
Economia Biella Circondario -

In via Italia si fa shopping anche in pausa pranzo

Shopping anche in pausa pranzo, in via Italia. Da giovedì scoro, e per tutti i giovedì successivi, alcuni negozi di via Italia fanno orario continuato, rimanendo aperti anche tra mezzogiorno e le 15.

Shopping anche in pausa pranzo, in via Italia. Da giovedì scoro, e per tutti i giovedì successivi, alcuni negozi di via Italia fanno orario continuato, rimanendo aperti anche tra mezzogiorno e le 15.

Shopping anche in pausa pranzo, in via Italia. Da giovedì scoro, e per tutti i giovedì successivi, alcuni negozi di via Italia fanno orario continuato, rimanendo aperti anche tra mezzogiorno e le 15.

«Da qua fino all’estate – spiega Gianni Crestani gestore di Minola Pelletteria – tenteremo di portare avanti questo progetto per vedere se può essere un servizio in più che i clienti potrebbero gradire. Siamo partiti con questa intenzione in cinque o sei, tra vicini, e pian piano si sono aggiunti altri partecipanti. Tutto viaggia sul passaparola e nessuno è obbligato ad aderire. La nostra speranza rimane, comunque, quella che la decisione di tenere aperto si allarghi il più possibile».

Sono quasi tutti i locali commerciali della via del centro di Biella che aderiscono all’iniziativa autopromossa. «Sicuramente la maggior parte dei negozi parteciperà – spiegano dalla libreria Giovannacci –, specialmente quelli che hanno la sede nel primo tratto. È una decisione che è stata presa da noi commercianti. Parliamo spesso tra di noi e insieme abbiamo stabilito di tenere aperto anche durante le ore che sono riservate alla pausa pranzo. Inoltre, proprio ora che sta arrivando la primavera e le belle giornate stanno iniziando a essere sempre più frequenti, quest’iniziativa può essere un buon modo per spingere le persone a fare due passi nel centro e magari fare qualche acquisto in più, risollevando un po’ il commercio in città».

«In realtà noi non abbiamo ancora deciso – affermano da Cigna Dischi -. Se aderiremo lo faremo più per solidarietà che per reale convenienza. Infatti, siamo convinti che il servizio che si offre in pausa pranzo non vada ad incidere significativamente sulle vendite e quindi sugli incassi. Come commercianti del centro abbiamo l’abitudine di parlarci spesso e discutere tra di noi delle politiche e delle strategie più convenienti per tutti. Una discussione su questa iniziativa non è ancora stata affrontata. È chiaro che la scelta di fare orario continuato ha senso se tutti sono favorevoli».

Articolo precedente
Articolo precedente