La Provincia di Biella > Economia > “Il Governo deve rinnovare i contratti”
Economia Biella -

“Il Governo deve rinnovare i contratti”

Il rinnovo dei contratti ai pubblici dipendenti, la triste situazione che sta vivendo la Provincia di Biella e molte altre pubbliche amministrazione del biellese, il patto di stabilità e la tanto discussa riforma del lavoro. Questi sono stati i temi trattati ieri pomeriggio durante una conferenza stampa che si è tenuta nel palazzo della Provincia

Il rinnovo dei contratti ai pubblici dipendenti, la triste situazione che sta vivendo la Provincia di Biella e molte altre pubbliche amministrazione del biellese, il patto di stabilità e la tanto discussa riforma del lavoro.
Questi sono stati i temi trattati ieri pomeriggio durante una conferenza stampa che si è tenuta nel palazzo della Provincia

 Il rinnovo dei contratti ai pubblici dipendenti, la triste situazione che sta vivendo la Provincia di Biella e molte altre pubbliche amministrazione del biellese, il patto di stabilità e la tanto discussa riforma del lavoro.
Questi sono stati i temi trattati ieri pomeriggio durante una conferenza stampa che si è tenuta nel palazzo della Provincia, preceduta da una partecipatissima assemblea dov’erano presenti in gran numero lavoratori e impiegati degli enti pubblici locali.
 I temi sono stati  presi in analisi uno ad uno dai delegati Antonio Salomone (Rsu Cigil dell’ente Provincia affari istituzionali), Santo Coppolino (Rsu Cisl Asl Biella Sanità), Raffaele Gaudella (Rsu Uil per la Provincia settore lavori pubblici), Giuliano Carrer (Rsu Cisl Cissabo), Mariano Zinno   (Rsu Cisl Agenzia delle entrate) e Maria Montoleone (delegato sindacale e ispettore medico della Camera di Commercio).  «Siamo stufi di essere etichettati come lavoratori fannulloni – ha spiegato Santo Coppolino -. Questo era stato il primo sentimento emerso dal Ministro Brunetta. Il problema non sono i lavoratori ma bensì la classe dirigente. Solamente loro possono dare l’input per l’ammodernamento degli attuali lavori,   ribadisco che manca la classe dirigente». Alle sue parole fanno eco quelle di Antonio Salomone: «Oramai sono parecchi anni che non ci vengono più rinnovati i contratti di lavoro. Questo è del tutto inaccettabile. Per quanto riguarda invece la situazione dell’ente Provincia, ci aspettiamo il finanziamento da parte del Governo. Auspichiamo che, il neo presidente Emanuele Ramella Pralungo, continui ad andare avanti con l’entusiasmo che ha fino ad ora ha dimostrato di avere».

Mauro Pollotti 

Tutti i particolari su “la Nuova Provincia” in edicola oggi

Articolo precedente
Articolo precedente