La Provincia di Biella > Economia > “Ecco il segreto del nostro successo”
Economia Biella -

“Ecco il segreto del nostro successo”

Una serata per ascoltare dalla voce degli imprenditori alcune storie di innovazione di impresa che hanno permesso alle aziende di sviluppare nuovi modelli di business e rilanciarsi così su mercati sempre più competitivi grazie alle nuove tecnologie e all’economia digitale in generale.

Una serata per ascoltare dalla voce degli imprenditori alcune storie di innovazione di impresa che hanno permesso alle aziende di sviluppare nuovi modelli di business e rilanciarsi così su mercati sempre più competitivi grazie alle nuove tecnologie e all’economia digitale in generale.

Una serata per ascoltare dalla voce degli imprenditori alcune storie di innovazione di impresa che hanno permesso alle aziende di sviluppare nuovi modelli di business e rilanciarsi così su mercati sempre più competitivi grazie alle nuove tecnologie e all’economia digitale in generale.

Ad organizzarla sono stati SellaLab e Unione Industriale Biellese. Tema principale dell’incontro, le best practices aziendali seguite da alcune imprese e startup del territorio per far conoscere e ampliare la loro attività. Durante la serata, che si è tenuta ieri dalle ore 18 presso i locali dell’acceleratore di impresa del Gruppo Banca Sella, è stato anche presentato il “Premio Best Practices per l’Innovazione” promosso da Confindustria Salerno e sponsorizzato, anche per l’edizione 2015, da Banca Sella.

Il programma prevedeva gli interventi introduttivi del Vice presidente del Comitato Piccola Industria dell’Uib, Andrea Bonino, del Presidente di Confindustria Salerno Mauro Maccauro, del Presidente del Gruppo servizi innovativi e tecnologici di Confindustria Salerno Giuseppe De Nicola e del responsabile di SellaLab Stefano Azzalin.
A serguire la presentazione di quattro case history aziendali di successo, raccontati direttamente dagli imprenditori: Simona Bonino, amministratore delegato dell’azienda casearia biellese Botalla; Luca Marega, fondatore della startup Waddly, dedicata ai viaggi e al turismo “social”; Stefania Ploner, artefice dell’innovazione all’interno di Tecnomeccanica Biellese, storica azienda specializzata nella progettazione e costruzione di macchinari tessili che ha ampliato gli orizzonti verso il design e l’arredamento; Maurizio Grosso, fondatore della startup Camisa ‘d Campiun, che confeziona capi di vestiario e accessori con i tessuti studiati e realizzati per i campionari dei lanifici.

Giuseppe De Nicola di Confindustria Salerno, Corrado Tirassa, cofondatore di Nxt Innovation e Antonello Mustaro, head of business development Expo di Telecom, presenteranno il “Premio Best Practices per l’Innovazione”, riconoscimento che ha l’obiettivo di promuovere l’utilità nei processi innovativi al mercato, pubblico e privato, raccontando casi reali di innovazione (tecnologica, organizzativa, di prodotto, di processo, culturale) e illustrandone i risultati, favorendone così la diffusione a una vasto pubblico e stimolando la conoscenza e la condivisione tra le imprese. Le informazioni per partecipare al premio sono disponibili sul sito www.premiobestpractices.it.

Articolo precedente
Articolo precedente