La Provincia di Biella > Economia > Banca Sella aderisce alla convenzione sui mutui alle famiglie
Economia Biella -

Banca Sella aderisce alla convenzione sui mutui alle famiglie

Grazie al "Plafond Casa" da 2 miliardi, gli istituti bancari possono concedere finanziamenti agevolati per l'acquisto e la ristrutturazione degli immobili

Grazie al “Plafond Casa” da 2 miliardi, gli istituti bancari possono concedere finanziamenti agevolati per l’acquisto e la ristrutturazione degli immobili

Banca Sella ha aderito alla convenzione tra l’Associazione Bancaria Italiana e Cassa Depositi e Prestiti per l’accesso al plafond da destinare ai mutui per l’acquisto della casa.

L’accordo prevede la messa a disposizione da parte di Cassa Depositi e Prestiti di un plafond da due miliardi di euro, che le banche potranno utilizzare per concedere mutui agevolati finalizzati sia all’acquisto, con priorità sulla prima casa, sia alla ristrutturazione della casa per migliorarne l’efficienza energetica.  Avranno accesso prioritario ai finanziamenti le famiglie numerose con almeno tre figli, i nuclei famigliari di cui fa parte almeno un soggetto disabile e le giovani coppie.

Grazie al “Plafond Casa” messo a disposizione dalla convenzione, sarà possibile richiedere un mutuo a condizioni agevolate, a tasso fisso o variabile, per un importo massimo di 350 mila euro e una durata massima di 30 anni per l’acquisto di immobili che richiedono interventi di ristrutturazione con miglioramento dell’efficienza energetica, mentre se l’immobile da acquistare non richiede interventi di ristrutturazione, l’importo massimo finanziabile è pari a 250 mila euro. Per i soli interventi di ristrutturazione con miglioramento dell’efficienza energetica, invece, è possibile richiedere un finanziamento massimo di 100 mila euro con durata massima di 10 anni.

L’adesione alla convenzione Abi-Cdp sui mutui va a rafforzare le iniziative che Banca Sella ha già messo in atto in favore delle famiglie, come il finanziamento ad hoc per i lavoratori in cassa integrazione e l’adesione all’accordo tra l’Abi e la Conferenza Episcopale Italiana sul microcredito.

Articolo precedente
Articolo precedente