La Provincia di Biella > Economia > Assegnato il prestito d’onore
Economia Biella Circondario Cossatese Valli Mosso e Sessera -

Assegnato il prestito d’onore

Il Rotary Valle Mosso aiuta i progetti di una sartoria di Pray. Nella bottega saranno inseriti due praticanti e nuovi macchinari.

Il Rotary Valle Mosso aiuta i progetti di una sartoria di Pray. Nella bottega saranno inseriti due praticanti e nuovi macchinari.

Il Rotary di  Valle Mosso ha assegnato per il secondo anno un prestito d’onore per favorire  l’occupazione dei giovani in provincia di Biella. Nel corso dell’incontro conviviale di mercoledì  scorso, il presidente del club Piergiacomo Beretta, insieme al predecessore Roberto Botta, ha  consegnato un assegno da 7.500 euro ad Angela Maltese e Claudio Parola, coniugi titolari di una  sartoria a Pray. Con questa somma i due artigiani attiveranno presso la loro azienda la formazione, retribuita con un rimborso spese, per due giovani tirocinanti.

«Abbiamo avviato da alcuni anni una sartoria a Pray, con il lavoro in costante aumento nonostante la forte concorrenza dei confezionisti stranieri» ha spiegato Claudio  Parola. «Useremo questo  denaro per finanziare due giovani che vorranno imparare il mestiere e che potrebbero in futuro  trovare lavoro presso il nostro laboratorio, che dal 2008 ha ottenuto il marchio regionale di “Eccellenza artigiana”. Contiamo infatti di acquistare nuovi macchinari avanzati per incrementare la produzione; tecnologia in grado di realizzare un vestito in mezz’ora, pronto per la prima prova. Abbiamo inoltre progettato l’ampliamento della nostra attività a nuove produzioni artigianali».

All’incontro era anche presente Davide Pilloni, il giovane imprenditore vitivinicolo di Mottalciata che ha ottenuto lo scorso anno un analogo finanziamento da 15mila euro. Ai rotariani di Valle Mosso Pilloni ha spiegato come ha utilizzato i soldi ottenuti: «Nonostante i problemi che il cattivo tempo ha provocato quest’anno all’agricoltura, gli investimenti che avevo programmato sono andati avanti. Ho infatti acquistato dei terreni che, durante il prossimo inverno, saranno adibiti a vigna per la produzione di nebbiolo, che sarà venduto tra 4 anni. Lo scorso anno ho invece acquistato altri 5mila metri quadrati di nuove vigne a Vigliano».

Alessandro Ciccioni, socio del Rotary e titolare dell’azienda vinicola Centovigne, ha spiegato quali  sono gli obiettivi di Pilloni: «Il suo vino è stato conferito nella nostra cantina. Verrà imbottigliato entro Natale e sarà pronto dopo qualche tempo per essere commercializzato. Il progetto di Davide punta a incrementare la produzione per accrescere la selezione di qualità e avere abbastanza vino buono da mettere sul mercato».

Articolo precedente
Articolo precedente