La Provincia di Biella > Economia > A rischio le 33 assunzione in Seab
Economia Biella -

A rischio le 33 assunzione in Seab

L'Azienda trasporti ha avviato un piano di ristrutturazione che prevede almeno 15 licenziamenti. Di qui l'idea di chiedere aiuto alla Seab. E i sindacati di Seab hanno gia' espresso parere positivo. Venerdi' 2 maggio e' in programma un incontro con l'amministratore delegato di Seab, Silvio Belleti con all'ordine del giorno proprio tale questione.

L’Azienda trasporti ha avviato un piano di ristrutturazione che prevede almeno 15 licenziamenti. Di qui l’idea di chiedere aiuto alla Seab. E i sindacati di Seab hanno gia’ espresso parere positivo. Venerdi’ 2 maggio e’ in programma un incontro con l’amministratore delegato di Seab, Silvio Belleti con all’ordine del giorno proprio tale questione.

La notizia che finalmente qualcuno nel Biellese si appresta ad assumere aveva suscitato grande entusiasmo. Si parla di centinaia di domande presentate per concorrere ai 33 posti di lavoro a tempo determinato messi a dispizione da Seab, l’azienda che si occupa dalla raccolta dei rifiuti urbani. Ora pero’ rischia di sfumare tutto. Cgil, Cisl e Uil, infatti, hanno chiesto a Seab di usure quei posti di lavoro per assorbire i lavoratori in esubero all’Atap.

L’Azienda trasporti ha avviato un piano di ristrutturazione che prevede almeno 15 licenziamenti. Di qui l’idea di chiedere aiuto alla Seab. E i sindacati di Seab hanno gia’ espresso parere positivo. Venerdi’ 2 maggio e’ in programma un incontro con l’amministratore delegato di Seab, Silvio Belleti con all’ordine del giorno proprio tale questione.

Forse per il personale Atap a rischio licenziamento si apre uno spiraglio, che si chiude pero’ per tutte quelle persone che speravano in un posto di lavoro in Seab.

Articolo precedente
Articolo precedente