La Provincia di Biella > Cronaca > Vendetta contro l’ausiliario del traffico: acido sulla sua bici
Cronaca Biella -

Vendetta contro l’ausiliario del traffico: acido sulla sua bici

Hanno preso di mira la sua bicicletta e l'hanno danneggiata con l'acido. Un atto vandalico che si trasforma in minaccia se la vittima è un ausiliario del traffico. L'episodio si è verificato nei giorni scorsi a Biella e ha scatenato la dura reazione dell'amministrazione, che giudica intollerabile subire un'intimidazione mentre si sta semplicemente facendo il proprio lavoro.

Hanno preso di mira la sua bicicletta e l’hanno danneggiata con l’acido. Un atto vandalico che si trasforma in minaccia se la vittima è un ausiliario del traffico. L’episodio si è verificato nei giorni scorsi a Biella e ha scatenato la dura reazione dell’amministrazione, che giudica intollerabile subire un’intimidazione mentre si sta semplicemente facendo il proprio lavoro.

Hanno preso di mira la sua bicicletta e l’hanno danneggiata con l’acido. Un atto vandalico che si trasforma in minaccia se la vittima è un ausiliario del traffico. L’episodio si è verificato nei giorni scorsi a Biella e ha scatenato la dura reazione dell’amministrazione, che giudica intollerabile subire un’intimidazione mentre si sta semplicemente facendo il proprio lavoro.

«Questo gesto non ha nessuna giustificazione – sottolinea Stefano La Malfa, assessore a polizia urbana e viabilità -. Non è una giustificazione il disagio nel ricevere una multa. E non la deve essere il fatto che gli ausiliari del traffico non sono pubblici ufficiali come gli agenti di polizia municipale. Sono in città per svolgere un lavoro, che è quello di far rispettare il codice della strada. E non è degno di una città civile che, mentre si svolge il proprio dovere, si subiscano minacce di questo tipo».

Minacce certe, secondo l’amministrazione, in quanto l’ignoto vandalo avrebbe agito ben sapendo di danneggiare un bene dell’ausiliario del traffico. L’episodio è stato denunciato alle forze dell’ordine.

Articolo precedente
Articolo precedente