La Provincia di Biella > Cronaca > Truffa centinaia di persone sul web
Cronaca Valli Mosso e Sessera -

Truffa centinaia di persone sul web

Il giovane, che su un noto sito di aste online, ha posto in vendita ogni tipo di dispositivo elettronico, tra cui console per videogames, televisori, telecamere, pc portatili etc., oltre alle ovvie conseguenze penali, rischia di diventare veramente famoso, considerando che i soggetti incappati nello spiacevole episodio, anche a seguito di confronti effettuati sul web, sono risultati essere verosimilmente in molti, risultando infatti essere quasi un centinaio gli Uffici di Polizia interessati al truffatore, che potrebbe essere sempre la stessa persona.

Il giovane, che su un noto sito di aste online, ha posto in vendita ogni tipo di dispositivo elettronico, tra cui console per videogames, televisori, telecamere, pc portatili etc., oltre alle ovvie conseguenze penali, rischia di diventare veramente famoso, considerando che i soggetti incappati nello spiacevole episodio, anche a seguito di confronti effettuati sul web, sono risultati essere verosimilmente in molti, risultando infatti essere quasi un centinaio gli Uffici di Polizia interessati al truffatore, che potrebbe essere sempre la stessa persona.

Singolare vicenda quella in cui è incorso un giovane diciottenne di Pray che in una sola mattina si è visto notificare venti avvisi di garanzia per il reato di truffa on – line dalla sezione della polizia postale e delle comunicazioni di Biella. Il giovane, che su un noto sito di aste online, ha posto in vendita ogni tipo di dispositivo elettronico, tra cui console per videogames, televisori, telecamere, pc portatili etc., oltre alle ovvie conseguenze penali, rischia di diventare veramente famoso, considerando che i soggetti incappati nello spiacevole episodio, anche a seguito di confronti effettuati sul web, sono risultati essere verosimilmente in molti, risultando infatti essere quasi un centinaio gli Uffici di Polizia interessati al truffatore, che potrebbe essere sempre la stessa persona.

 In una nota stampa, la polizia postale ricorda che ” qualora il truffato sporga denuncia, dovrà considerare di doversi poi recare presso il Tribunale competente in base al luogo di residenza dell’indagato, in quanto la competenza territoriale verrà individuata nel luogo di acquisizione del denaro da parte del presunto truffatore. Si invitano pertanto tutti gli acquirenti on-line a valutare attentamente le offerte che circolano sulla rete rivolgendosi, in caso di dubbi, alla Polizia Postale e delle Comunicazioni al fine di evitare perdite di danaro il cui recupero può risultare particolarmente oneroso”.

 

Articolo precedente
Articolo precedente