La Provincia di Biella > Cronaca > Spara alla moglie e si uccide
Cronaca Basso Biellese Biella Circondario Cossatese Valle Cervo Valle Elvo Valli Mosso e Sessera -

Spara alla moglie e si uccide

Litigavano sempre, al punto che lei lo aveva anche denunciato per maltrattamenti. Forse voleva lasciarlo, ma lui l’ha uccisa. Poi si è tolto la vita.

Litigavano sempre, al punto che lei lo aveva anche denunciato per maltrattamenti. Forse voleva lasciarlo, ma lui l’ha uccisa. Poi si è tolto la vita.

Litigavano sempre, al punto che lei lo aveva anche denunciato per maltrattamenti. Forse voleva lasciarlo, ma lui l’ha uccisa. Poi si è tolto la vita.

Biella è sotto shock per l’ennesima tragedia famigliare: un agente di Polizia Penitenziaria ha impugnato la pistola d’ordinanza  e sparato alla moglie per poi suicidarsi. Un dramma senza fine quello che ha visto protagonista Antonino Pierpaolo Grasso, 38 anni, originario di Barcellona Pozzo di Gotto (Messina), ma che per quasi vent’anni, proprio insieme alla consorte Tiziana Zaccari, 36 anni, e ai loro due figli di sei e sette anni, ha vissuto  in un’abitazione di Occhieppo Inferiore.

Fino a un mese fa lavorava nel carcere di via dei Tigli, a Biella. Poi aveva chiesto e ottenuto il trasferimento al carcere di Velletri. Ed è proprio  alle porte di Roma che è avvenuta la tragedia, in un quartiere residenziale di Cistena di Latina.

Il dramma si è consumato ieri pomeriggio. Ad allertare la polizia sono stati  alcuni vicini di casa che avevano sentito il rumore degli spari.

Ulteriori dettagli sulla Nuova provincia di Biella, in edicola domani a 1,20 euro.

Articolo precedente
Articolo precedente