La Provincia di Biella > Cronaca > Sorpresi a dormire in un’auto rubata
Cronaca Valle Elvo -

Sorpresi a dormire in un’auto rubata

Stavano facendo un pisolino a bordo di un'automobile. Niente di grave, peccato che il veicolo fosse rubato.

Stavano facendo un pisolino a bordo di un’automobile. Niente di grave, peccato che il veicolo fosse rubato.

Stavano facendo un pisolino a bordo di un’automobile. Niente di grave, peccato che il veicolo fosse rubato. Quando i carabinieri hanno notato due persone a bordo della vettura parcheggiata vicino al cimitero di Curanuova, a Mongrando, si sono avvicinati per controllare chi fossero.

Dopo averli svegliati, li hanno identificati. Si trattava di un uomo di 23 anni e di una donna di 40, entrambi di origine rumena e senza fissa dimora. La sorpresa è arrivata nel corso degli accertamenti sull’auto, la targa risultava appartenere ad un mezzo rubato nei pressi della stazione di Brescia qualche tempo fa. Ovviamente ciò non dimostra che gli autori del reato fossero proprio loro, per questa ragione nei loro confronti non è scattata la denuncia per furto, ma per ricettazione. Durante il controllo i militari dell’Arma li hanno trovati anche in possesso di oggetti da scasso, un dettaglio che gli procurerà una seconda denuncia.

Proprio mentre i carabinieri li identificavano, inoltre, all’improvviso si è attivata la sveglia del cellulare del giovane. Era puntata alle 3 di notte, un dettaglio che ha fatto sospettare alle forze dell’ordine che l’uomo e la donna si trovassero lì con l’intenzione di tentare un colpo.

Articolo precedente
Articolo precedente