La Provincia di Biella > Cronaca > Rubate due canaline. I predoni del rame sono tornati?
Cronaca Valli Mosso e Sessera -

Rubate due canaline. I predoni del rame sono tornati?

Per un po' di tempo sono rimasti “tranquilli”, ma adesso sono probabilmente tornati. Stiamo parlando dei predoni del rame, ricomparsi all'improvviso dopo mesi di “inattività”.

Per un po’ di tempo sono rimasti “tranquilli”, ma adesso sono probabilmente tornati. Stiamo parlando dei predoni del rame, ricomparsi all’improvviso dopo mesi di “inattività”.

Per un po’ di tempo sono rimasti “tranquilli”, ma adesso sono probabilmente tornati. Stiamo parlando dei predoni del rame, ricomparsi all’improvviso dopo mesi di “inattività”.

Lunedì hanno scelto una chiesa per tornare a colpire. Si tratta di un furto di piccola entità. Il bottino è infatti composto da un paio di canaline in rame per un valore di circa 200 euro, asportate dall’esterno della chiesa di Sostegno. A denunciare quanto successo ai carabinieri è stato il parroco stesso. I militari della stazione di Crevacuore hanno già avviato un’indagine.

Da parecchie settimane ormai non si assisteva a furti di rame nel Biellese (se si escludono sporadici episodi ai danni delle aziende). Dopo mesi di vere e proprie razzie, si è assistito a un brusco calo di casi a partire dal luglio 2015, dal termine dell’operazione “Oro rosso”, condotta dai carabinieri, che aveva permesso di rendere inoffensivi i presunti responsabili di ben 78 colpi (oltre 60 nel Biellese), per un totale di circa 20 tonnellate di rame rubato. La banda in questione, però, prediligeva cimiteri e colpi di grosse proporzioni.

Articolo precedente
Articolo precedente