La Provincia di Biella > Cronaca > Rave party, quasi 400 persone denunciate
Cronaca Basso Biellese Biella -

Rave party, quasi 400 persone denunciate

Dopo il divertimento arrivano le denunce. Sono 380 le persone finite nei guai per aver partecipato al rave party tenutosi negli ex capannoni Aiazzone a Verrone dal 31 ottobre al 2 novembre. Durante lo svolgimento della manifestazione, polizia e carabinieri hanno predisposto un sistema di sicurezza focalizzato sulla prevenzione e gestione di ogni criticità per l’ordine e la sicurezza pubblica e la pubblica incolumità.

Dopo il divertimento arrivano le denunce. Sono 380 le persone finite nei guai per aver partecipato al rave party tenutosi negli ex capannoni Aiazzone a Verrone dal 31 ottobre al 2 novembre. Durante lo svolgimento della manifestazione, polizia e carabinieri hanno predisposto un sistema di sicurezza focalizzato sulla prevenzione e gestione di ogni criticità per l’ordine e la sicurezza pubblica e la pubblica incolumità.

Dopo il divertimento arrivano le denunce. Sono 380 le persone finite nei guai per aver partecipato al rave party tenutosi negli ex capannoni Aiazzone a Verrone dal 31 ottobre al 2 novembre. Durante lo svolgimento della manifestazione, polizia e carabinieri hanno predisposto un sistema di sicurezza focalizzato sulla prevenzione e gestione di ogni criticità per l’ordine e la sicurezza pubblica e la pubblica incolumità.

Alla fine 380 ravers sono stati denunciati per il reato di invasione di terreni e di edifici. Sono stati rintracciati anche gli organizzatori, denunciati anche per le violazioni delle disposizioni relative ai pubblici spettacoli. Gli uffici competenti inoltre stanno valutando tutte le posizioni dei soggetti al fine di verificare la sussistenza dei presupposti per eventuali sanzioni amministrative e misure di prevenzione.

Già a gennaio la Polizia di Stato e l’Arma dei Carabinieri avevano identificate e denunciato 75 persone. Accertamenti dello stesso genere sono in corso per il rave svoltosi poco tempo dopo a San Giacomo di Masserano.

Tutti i dettagli sulla Nuova provincia di Biella, in edicola domani a 1,20 euro

Articolo precedente
Articolo precedente