La Provincia di Biella > Cronaca > Rapinato un pensionato, in manette due giovani
Cronaca Biella -

Rapinato un pensionato, in manette due giovani

Rapinato in pieno centro città. E’ successo ieri notte in via Mazzini a Biella. Protagonista della vicenda un pensionato di 65 anni residente in città. Grazie alla tempestiva segnalazione alle forze dell’ordine, i suoi aggressori sono stati arrestati in tempo di record dai Carabinieri. Si tratta di un 25enne di origine marocchina, già lungamente noto alle forze dell’ordine, e di un'italiana di 24 anni, residente a Torino. L’accusa mossa nei confronti di entrambi è quella di rapina.

Rapinato in pieno centro città. E’ successo ieri notte in via Mazzini a Biella. Protagonista della vicenda un pensionato di 65 anni residente in città. Grazie alla tempestiva segnalazione alle forze dell’ordine, i suoi aggressori sono stati arrestati in tempo di record dai Carabinieri. Si tratta di un 25enne di origine marocchina, già lungamente noto alle forze dell’ordine, e di un’italiana di 24 anni, residente a Torino. L’accusa mossa nei confronti di entrambi è quella di rapina.

Rapinato in pieno centro città. E’ successo ieri notte in via Mazzini a Biella. Protagonista della vicenda un pensionato di 65 anni residente in città.

Grazie alla tempestiva segnalazione alle forze dell’ordine, i suoi aggressori sono stati arrestati in tempo di record dai Carabinieri. Si tratta di un 25enne di origine marocchina, già lungamente noto alle forze dell’ordine, e di un’italiana di 24 anni, residente a Torino. L’accusa mossa nei confronti di entrambi è quella di rapina.

L’uomo è stato avvicinato da un gruppo formato da quattro ragazzi, che lo hanno minacciato e spintonato. Il pensionato è cauto a terra, a quel punto il gruppetto lo ha derubato del portafogli ed è fuggito. A lanciare l’allarme è stata la vittima, che ha composto il 112. Tutte le pattuglie disponibili si sono dirette verso il centro, nel tentativo di bloccare i quattro aggressori. Poco dopo sono stati individuati ed arrestati due di loro: stavano già discutendo con un altro gruppo. I due complici, invece, si sono dileguati.

Tutti i dettagli in edicola domani sulla Nuova Provincia di Biella.

Articolo precedente
Articolo precedente