La Provincia di Biella > Cronaca > Rapina una prostituta con la pistola in pugno
Cronaca Basso Biellese Biella Circondario Cossatese Valle Cervo Valle Elvo Valli Mosso e Sessera -

Rapina una prostituta con la pistola in pugno

Pistola in pugno rapina una prostituta in pieno giorno, poi scappa in auto. Protagonista della vicenda è un uomo di 57 anni residente nel Biellese.

Pistola in pugno rapina una prostituta in pieno giorno, poi scappa in auto. Protagonista della vicenda è un uomo di 57 anni residente nel Biellese.

Pistola in pugno rapina una prostituta in pieno giorno, poi scappa in auto.
Protagonista della vicenda è un uomo di 57 anni residente a Cavaglià che in passato ha già avuto guai con la giustizia. L’accusa mossa nei suoi confronti è quella di rapina aggravata. La vittima della rapina è invece una ventenne di origine albanese.

L’episodio è successo giovedì pomeriggio a Benna, lungo la strada provinciale 230 all’incrocio con strada del Tocchetto. L’uomo ha fermato l’auto e si è avvicinato alla prostituta. Poi ha estratto la pistola e gliel’ha puntata contro. «Dammi tutto quello che hai» le ha detto, strattonandola. La poveretta gli ha consegnato tutto il denaro che possedeva e un telefono cellulare. Il rapinatore ha poi preteso di fare sesso, ma la donna si è rifiutata. Allora è scappato. E’ stato a quel punto che la prostituta ha preso il numero di targa e poi chiamato il 112 con il secondo cellulare che possedeva e che non gli ha consegnato. «Mi hanno rapinata – ha detto agli operatori del centralino  – vi prego aiutatemi”.

Ulteriori dettagli in edicola domani sulla Nuova Provincia di Biella.

Articolo precedente
Articolo precedente