La Provincia di Biella > Cronaca > Pugni alla moglie per farla abortire: un caso choc nel Biellese
Cronaca Biella -

Pugni alla moglie per farla abortire: un caso choc nel Biellese

Nei guai un biellese violento di 34 anni

Pugni alla moglie per farla abortire: un caso choc nel Biellese
Un 34enne accecato dalla gelosia si sfogava sulla donna e sui figli: condannato a due anni.
La moglie e i figli picchiati con violenza, al punto che i bambini a volte non potevano nemmeno andare a scuola per via dei lividi troppo evidente. Mentre in un’occasione la donna è stata presa a pugni su tutti il corpo, con l’intento di procurare un aborto. E’ stato infine condannato a due anni un biellese di 34 anni che si è reso responsabile di atti sconcertanti contro i suoi familiari. Il tutto innescato da una gelosia patologica, che innescava reazioni spropositate in occasione anche delle circostanze più innocue. Una situazione che troppo spesso approda nelle aule dei tribunali. L’uomo aveva scelto il rito abbreviato, e ha quindi potuto beneficiare della riduzione di un terzo della pena.

Un Commento

  • Francesca ha detto:

    Come sempre sono senza parole.
    Il rito abbreviato? ma stiamo scherzando ,quella merda deve avere il massimo della pena, sono imbarazzanti pure gli avvocati che difendono questi esemplari…
    Sono sempre più scioccata…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente