La Provincia di Biella > Cronaca > Nottataccia per una giovane biellese
Cronaca Biella -

Nottataccia per una giovane biellese

Alzare troppo il gomito può far male per tanti motivi. Di sicuro non è piacevole quando comporta un'imprevista tappa all'ospedale. Stavolta è stata una ragazza a esagerare con l'alcol e ad aver bisogno delle cure mediche. Le pessime condizioni di M. G., ventenne di Biella, sono state segnalate verso le 2,35.

Alzare troppo il gomito può far male per tanti motivi. Di sicuro non è piacevole quando comporta un’imprevista tappa all’ospedale. Stavolta è stata una ragazza a esagerare con l’alcol e ad aver bisogno delle cure mediche. Le pessime condizioni di M. G., ventenne di Biella, sono state segnalate verso le 2,35.

Alzare troppo il gomito può far male per tanti motivi. Di sicuro non è piacevole quando comporta un’imprevista tappa all’ospedale.

Stavolta è stata una ragazza a esagerare con l’alcol e ad aver bisogno delle cure mediche. Le pessime condizioni di M. G., ventenne di Biella, sono state segnalate verso le 2,35 di questa notte.

Si trovava in via Belletti Bona, nelle vicinanze di un noto locale di Riva, quando ha iniziato a sentirsi decisamente poco bene. Visto che nessuno nella sua compagnia sembrava intenzionato a chiamare i soccorsi – probabilmente erano tutti alticci -, ci ha pensato un’altra ragazza presente nella zona e preoccupata per la situazione.

Sul posto si è quindi recata una pattuglia di carabinieri della stazione di Biella, insieme al comandante stesso. I militari dell’Arma hanno trovato la giovane poco più in là, in piazza Primo Maggio, e hanno chiesto l’intervento del 118.

Il personale medico ha soccorso la ragazza, successivamente accompagnata all’ospedale Degli Infermi di Biella per ulteriori accertamenti. Alla fine, per fortuna, non è caduta in uno stato di coma etilico.

La ventenne dovrà ora pagare una sanzione per ubriachezza manifesta.

Articolo precedente
Articolo precedente