La Provincia di Biella > Cronaca > “Musica a palla dall’Oasi”, ma è il locale sbagliato
Cronaca Basso Biellese Fuori provincia -

“Musica a palla dall’Oasi”, ma è il locale sbagliato

Sono arrivati i carabinieri per la musica ad alto volume, ma il locale era quello "sbagliato". Non si tratta di un errore dei militari, bensì di una segnalazione involontariamente errata. Una persona che vive al confine tra Viverone e Piverone ha infatti chiamato questa notte lamentandosi per il volume eccessivo della musica proveniente dall'Oasi, noto locale situato su via Lungolago Tarello.

Sono arrivati i carabinieri per la musica ad alto volume, ma il locale era quello “sbagliato”. Non si tratta di un errore dei militari, bensì di una segnalazione involontariamente errata. Una persona che vive al confine tra Viverone e Piverone ha infatti chiamato questa notte lamentandosi per il volume eccessivo della musica proveniente dall’Oasi, noto locale situato su via Lungolago Tarello.

Sono arrivati i carabinieri per la musica ad alto volume, ma il locale era quello “sbagliato”.

Non si tratta di un errore dei militari, bensì di una segnalazione involontariamente errata. Una persona che vive al confine tra Viverone e Piverone ha infatti chiamato questa notte lamentandosi per il volume eccessivo della musica proveniente dall’Oasi, noto locale situato su via Lungolago Tarello.

I carabinieri della stazione di Cavaglià sono quindi andati a dare un’occhiata, ma al loro arrivo hanno ritenuto che fosse tutto a posto. La musica non era alta e oltretutto il locale frequentato dai giovani è autorizzato a tenerla accesa fino alle 4 di notte.

Il “mistero” è stato chiarito molto presto. In realtà a disturbare il residente erano le casse di un altro pub. Il locale, pur non essendo distante, risulta già essere in provincia di Torino. Ad occuparsi della questione sono quindi stati i “colleghi” torinesi dei militari dell’Arma.

Articolo precedente
Articolo precedente