La Provincia di Biella > Cronaca > Minicar fuori strada, due minorenni in prognosi riservata
Cronaca Valli Mosso e Sessera -

Minicar fuori strada, due minorenni in prognosi riservata

Incidente stradale ieri sera a Trivero, lungo la strada provinciale 112. Un'auto con quattro giovani a bordo è uscita di strada. Le condizioni dei ragazzi, seppure serie, non apparivano gravi. Sono stati tutti ricoverati all'ospedale di Biella. Durante la notte però le condizioni di uno dei feriti, un ragazzo di 16 anni, si sono improvvisamente aggravate. Lo sventurato è stato portato d'urgenza a Novara con un'aumbulanza sulla quale viaggiava anche il medico rianimatore. La dinamica dell'incidente è all'esame dei carabinieri. Maggiori informazioni nelle prossime ore.

Incidente stradale ieri sera a Trivero, lungo la strada provinciale 112. Un’auto con quattro giovani a bordo è uscita di strada. Le condizioni dei ragazzi, seppure serie, non apparivano gravi. Sono stati tutti ricoverati all’ospedale di Biella. Durante la notte però le condizioni di uno dei feriti, un ragazzo di 16 anni, si sono improvvisamente aggravate. Lo sventurato è stato portato d’urgenza a Novara con un’aumbulanza sulla quale viaggiava anche il medico rianimatore. La dinamica dell’incidente è all’esame dei carabinieri.

Maggiori informazioni nelle prossime ore.

Grave incidente per quattro ragazzi biellesi che viaggiavano a bordo di una minicar.

Al volante del quadriciclo, ieri sera verso le 22, c’era un quindicenne, che stava facendo un giro insieme a tre amici. A un certo punto, mentre si trovava in frazione Oro, a Trivero, e si dirigeva verso Ponzone, lungo la provinciale 112, ha perso il controllo dell’Aixam del padre, che ha urtato una Chrysler Voyager parcheggiata ed è andato a schiantarsi contro un muro di cemento armato.

I quattro minorenni sono rimasti tutti feriti, ma a destare maggiore preoccupazione sono le condizioni del conducente e di un passeggero sedicenne. Il primo si trova all’ospedale di Ponderano in prognosi riservata, il secondo è peggiorato nella notte ed è stato trasferito a Novara da un’ambulanza equipaggiata per la rianimazione. Anche in questo caso la prognosi resta riservata.

Feriti anche gli altri due minorenni coinvolti, classe 2000 e 1999, che se la sono “cavata” con una prognosi di 10 e 20 giorni e sono stati portati rispettivamente agli ospedali di Biella e Borgosesia.

Articolo precedente
Articolo precedente