La Provincia di Biella > Cronaca > Mercato nero della benzina, 121 denunciati
Cronaca Biella Circondario -

Mercato nero della benzina, 121 denunciati

Oltre 250 finanzieri tra Piemonte, Lombardia e Valle d'Aosta hanno esguito oltre 80 decreti di perquisizione e sequestro emessi dalla procura di Ivrea nei confronti di 121 soggetti italiani inseriti nel circuito del trasporto e della distribuzione di carburante.  L'operazione 'Spremuta' della guardia di finanza ha portato all'individuazione di quattro associazioni per delinquere che rubavano e vendevano in nero carburante. I militari di Chivasso, in particolare, hanno scoperto alcuni autisti di autocisterne che si appropriavano del carburante trasportato per poi rivenderlo al mercato nero. I distributori abusivi, creati anche nei cortili di normali abitazioni, rivendevano gasolio a 70 centesimi al litro. Fino a questo momento sono stati sequestrati oltre 12 mila litri di gasolio, ma gli accertamenti sono ancora in corso.

Oltre 250 finanzieri tra Piemonte, Lombardia e Valle d’Aosta hanno esguito oltre 80 decreti di perquisizione e sequestro emessi dalla procura di Ivrea nei confronti di 121 soggetti italiani inseriti nel circuito del trasporto e della distribuzione di carburante.  L’operazione ‘Spremuta’ della guardia di finanza ha portato all’individuazione di quattro associazioni per delinquere che rubavano e vendevano in nero carburante. I militari di Chivasso, in particolare, hanno scoperto alcuni autisti di autocisterne che si appropriavano del carburante trasportato per poi rivenderlo al mercato nero. I distributori abusivi, creati anche nei cortili di normali abitazioni, rivendevano gasolio a 70 centesimi al litro. Fino a questo momento sono stati sequestrati oltre 12 mila litri di gasolio, ma gli accertamenti sono ancora in corso.

Oltre 250 finanzieri tra Piemonte, Lombardia e Valle d’Aosta hanno esguito oltre 80 decreti di perquisizione e sequestro emessi dalla procura di Ivrea nei confronti di 121 soggetti italiani inseriti nel circuito del trasporto e della distribuzione di carburante.  L’operazione ‘Spremuta’ della guardia di finanza ha portato all’individuazione di quattro associazioni per delinquere che rubavano e vendevano in nero carburante. I militari di Chivasso, in particolare, hanno scoperto alcuni autisti di autocisterne che si appropriavano del carburante trasportato per poi rivenderlo al mercato nero. I distributori abusivi, creati anche nei cortili di normali abitazioni, rivendevano gasolio a 70 centesimi al litro. Fino a questo momento sono stati sequestrati oltre 12 mila litri di gasolio, ma gli accertamenti sono ancora in corso.

Articolo precedente
Articolo precedente