La Provincia di Biella > Cronaca > Manifestazione davanti al tribunale in memoria di Franco Rosetta
Cronaca Biella -

Manifestazione davanti al tribunale in memoria di Franco Rosetta

Per non dimenticare le vittime sul lavoro.

Manifestazione davanti al tribunale in memoria di Franco Rosetta

Si è svolta questa mattina davanti al tribunale di Biella la manifestazione in memoria di Franco Rosetta e delle vittime sul lavoro. Quattro persone si sono presentate davanti al giudice dell’udienza preliminare di Biella per la morte dell’operaio trovato senza vita il 20 ottobre del 2016 alla Sasil di Brusnengo durante il turno di lavoro. La causa del decesso sarebbe da attribuire alle esalazioni di acido che si erano liberate da una vasca.

I commenti

Alla manifestazione era presente Gabriele Urban (nella foto in basso) segretario provinciale PMLI che ha affermato: “I controlli di sicurezza sul lavoro, specialmente in questo momento di crisi economica, sono pochissimi e a rimetterci maggiormente sono come sempre coloro che fanno i lavori più pratici, come gli operai. Al presidio di questa mattina ha preso parte anche la moglie di Franco Rosetta, per ottenere giustizia. Sono presenti inoltre le sagome di altri lavoratori che hanno perso la vita nella Pettinatura di Vigliano nel 2001. Oggi siamo qui affinchè nessuno debba più morire sul lavoro”.

Alle sue parole fanno eco quelle di Lucetta Bellomo (nella foto in basso) segretaria di Rifondazione Comunista di Biella: “Siamo qui con le diverse forze, Legambiente, Potere al Popolo, Laboratorio Sociale La Città di Sotto e il partito marxista-leninista sezione di Biella, per dimostrare che non vogliamo dimenticare i nostri morti sul lavoro. Oggi chiediamo inoltre chiarezza sulla morte di Franco Rosetta”.

 

 

Un Commento

  • Lucetta Bellomo ha detto:

    Grazie alle giornaliste ed ai giornalisti, una informazione democratica che aiuta nel difficile compito di impedire l’oblio sulla enorme ingiustizia dei morti sul lavoro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente